/ Attualità

Attualità | 23 febbraio 2020, 16:38

Coronavirus: da domenica sera niente Messe nelle chiese della provincia di Varese

La disposizione è arrivata dall'arcivescovo di Milano Mario Delpini per tutte le parrocchie della Diocesi ambrosiana, di cui anche il Varesotto fa parte, in base all'ordinanza regionale che vieta ogni tipo di manifestazione, comprese quelle religiose

Coronavirus: da domenica sera niente Messe nelle chiese della provincia di Varese

Niente celebrazioni di Messe a partire da quelle vespertine in programma domenica sera 23 febbraio nelle parrocchie della Diocesi di Milano, di cui fanno parte anche quasi tutte quelle presenti in provincia di Varese. 

La disposizione è arrivata direttamente dall'arcivescovo monsignor Mario Delpini, a seguito dell'ordinanza emanata da Regione Lombardia, in concerto con il ministero della Salute, che vieta lo svolgimento di qualunque manifestazione, comprese quelle religiose "con concorso di popolo", come si legge nel documento dell'arcivescovo, ovvero che prevede la partecipazione di persone. 

Messe quindi sospese nelle parrocchie della provincia di Varese da questa sera, 23 febbraio, fino a data da definire, in base anche all'evolversi della situazione coronavirus. 

Nella giornata di lunedì 24 febbraio, la Diocesi fornirà ulteriori indicazioni in merito allo svolgimento delle celebrazioni.

Già sabato 22 febbraio, il vicario generale della Diocesi monsignor Franco Agnesi aveva dato disposizione che durante le Messe vigiliari e della domenica mattina la Comunzione venisse distribuita in mano e non in bocca.

In alcune parrocchie della Diocesi, oltre a questa indicazione, alcuni parroci hanno fatto rimuovere dalle chiese le acquasantiere e invitato i fedeli a non stringersi la mano durante il rituale scambio della pace, sempre per precauzione, in ragione di evitare eventuali contagi del virus. 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore