/ Varese

Varese | 21 novembre 2019, 12:43

VIDEO. Da un gesto d'amore uno strumento per curare il cuore dei pazienti della cardiologia pediatrica al Del Ponte

Donato stamattina alla Cardiologia Pediatrica dell'ospedale Del Ponte l'ecocardiografo che nasce da un gesto di generosità di Paolo e Roberta Fantinato e da tutti gli invitati al loro matrimonio. «Volevamo poter fare della nostra felicità anche quella degli altri»

VIDEO. Da un gesto d'amore uno strumento per curare il cuore dei pazienti della cardiologia pediatrica al Del Ponte

Da un gesto d'amore uno strumento per curare il cuore dei pazienti della Cardiologia Pediatrica dell'ospedale Del Ponte. È stato donato questa mattina un nuovo ecocardiografo portatile che servirà i pazienti di tutti i reparti

«Una donazione di oltre 30mila euro, resa possibile grazie alla costante generosità di diversi benefattori - ha spiegato Emanuela Crivellaro, presidente della Fondazione Il Ponte del Sorriso - In particolare di Roberta e Paolo Fantinato che hanno fatto del loro matrimonio una bellissima fiaba di solidarietà. Dal cuore dei loro invitati è arrivato il regalo di nozze che avevano richiesto, ossia un dono al Ponte del Sorriso e ai bambini dell'ospedale».

La necessità di disporre di un ecografo portatile nasce dalla crescita dell'ospedale della donna e del bambino, «sia in termini logistici sia in termini di complessità specialistica - spiega la dottoressa Alessandra Stifani, responsabile della Cardiologia Pediatrica - L'apparecchiatura combina portabilità e velocità di approccio per i pazienti critici sia di area pediatrica, sia per quella ostetrico-ginecologica».

La SSD cardiologia pediatrica è un centro di secondo livello che si prende cura dei bambini con problematiche cardiache e li continua a seguire anche dopo il raggiungimento della maggiore età, ma anche delle donne in gravidanza con cardiopatie, ipertensione arteriosa e aritmie, di quella di terapia oncologica e delle gravide con feto cardiopatico aritmico. Ogni anno sono circa settemila i pazienti seguiti dalla struttura, al 70% bambini o ragazzi, per un totale di circa 11 mila prestazioni ambulatoriali e 9400 prestazioni per i pazienti ricoverati. In particolare, si effettua tutta la diagnostica cardiologica non invasiva, il monitoraggio della terapia farmacologica il follow-up del feto all'età adulta per i portatori di cardiopatia congenita, anche in regime di urgenza. «L'elevata qualità delle immagini che il nuovo ecografo offre - continua la dottoressa Stefanie - consentono un'accuratezza diagnostica anche in situazioni di urgenza ed emergenza». 

Una donazione importantissima, quindi, che nasce dal cuore del patron del gruppo Fantinato, della sua consorte e di tutti gli invitati al loro matrimonio (leggi qui). «Non avevamo bisogno di lista nozze o di altro ma solo di un grande sogno: poter fare della nostra felicità quella degli altri. Essendo genitori abbiamo pensato ad un gesto che potesse aiutare i bambini e siamo approdati al Ponte del Sorriso - ha spiegato Paolo Fantinato - Abbiamo poi condivido il nostro desiderio con gli amici presenti al matrimonio e li abbiamo invitati a non farci regali ma donazioni e direi che hanno risposto tutti con entusiasmo».

Valentina Fumagalli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore