/ Canton Ticino

Canton Ticino | 23 ottobre 2019, 13:25

Ticino, ruba un furgone delle pompe funebri e finisce nel fiume: arrestato e portato in ospedale

Arrestato un ventenne straniero dopo l'incidente avvenuto ieri sera a Giubiasco, in Canton Ticino. Il giovane, che ha tentato la fuga nuotando, portato in ospedale per le ferite riportate.

Foto generica (dalla pagina facebook della polizia cantonale ticinese)

Foto generica (dalla pagina facebook della polizia cantonale ticinese)

Furto di un furgone delle pompe funebri: un arresto in Canton Ticino. Un giovane di 20 anni, cittadino marocchino residente fuori dalla Confederazione, è stato arrestato nella serata di ieri dopo il furto di un veicolo. Secondo quando riferito dal Ministero pubblico, dalla Polizia cantonale e dalla Polizia della città di Bellinzona verso le 23 di martedì un agente fuori servizio della Polizia della città di Bellinzona ha notato il giovane, alla guida di un furgone con targhe ticinesi poi risultato rubato, coinvolto in un incidente in via Ressiga a Giubiasco.

Il veicolo accidentato, di proprietà di una ditta di pompe funebri, è poi stato ritrovato all'interno del fiume Morobbia da una pattuglia della Polizia della città di Bellinzona. Sul posto di questo secondo incidente si trovava pure un Commissario fuori servizio della Polizia cantonale, che ha notato il 20enne fuggire nuotando nel fiume.

Immediatamente è scattato un dispositivo di ricerca che ha poi portato al fermo del giovane alla stazione di Cadenazzo. Sul luogo del rinvenimento del furgone sono intervenuti gli agenti della Polizia cantonale e, in supporto, quelli della Polizia della città di Bellinzona nonché i pompieri di Bellinzona (con 3 veicoli e 11 uomini).

Il 20enne, a causa degli incidenti, ha riportato ferite di media gravità, che hanno reso necessario il suo ricovero in ospedale. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore