/ Varese

Varese | 17 settembre 2019, 11:04

"Settembre d'Oro", anche il Ponte del Sorriso in campo contro il cancro infantile

Dal 23 al 29 settembre l'associazione varesina sarà a fianco di "Fiagop" per la campagna "Accendi d'Oro, Accendi la Speranza" a sostegno dei bambini e degli adolescenti che lottano contro la malattia.

"Settembre d'Oro", anche il Ponte del Sorriso in campo contro il cancro infantile

Da lunedì 23 a domenica 29 settembre la rete di associazioni di "Fiagop", della quale fa parte anche Il Ponte del Sorriso darà vita sul territorio nazionale alla seconda edizione della campagna di sensibilizzazione pubblica "Accendi d’Oro, Accendi la Speranza’"a sostegno dei bambini e degli adolescenti che hanno contratto tumori e leucemie. L’iniziativa si colloca nell’ambito del Settembre d’Oro mondiale dell’oncologia pediatrica a cura di ‘Childhood Cancer International’, un network di associazioni di genitori presente nei 5 continenti, attive sia dentro che fuori dai centri di cura.

Durante tutto il mese di settembre centinaia di luoghi e punti iconici nel mondo, dalle Cascate del Niagara al Taj Mahal, da Time Square al Colosseo, dal Sidney Opera House ai più piccoli ma non per questo meno importanti luoghi d’interesse, risplendono di luce dorata e milioni di persone indossano un ‘Nastrino dorato’ per testimoniare vicinanza alla causa.

 

Si stima che ogni tre minuti nel mondo ad un bambino viene diagnosticata la malattia. Si manifesta in almeno 60 tipi di tumori pediatrici diversi, alcuni estremamente rari, ed ognuno di essi necessita di trattamenti specifici che possono consistere, a seconda della patologia, in chemioterapia, chirurgia e radioterapia anche combinati tra loro.

In Italia sono circa 2200 le nuove diagnosi ogni anno. Un bambino su 5 non ha una terapia disponibile, mentre i due terzi dei guariti saranno soggetti ad effetti collaterali a lungo termine causati dal trattamento subito.

Mentre molti tumori dell’adulto sono spesso legati allo stile di vita, le cause dei tumori pediatrici sono in gran parte sconosciute. A differenza dell’adulto, il fisico del bambino è ancora in via di sviluppo. Anche la biologia dei tumori è differente e l’approccio terapeutico deve essere diverso. Per questo è fondamentale che si sviluppino farmaci studiati espressamente per i bambini e non utilizzare su di essi medicine sviluppate per l’adulto. Almeno il 50% dei farmaci usati per combattere la malattia non sono autorizzati per l’uso pediatrico, e vengono adattate ai bambini medicine per adulti, in base al peso e all’altezza. Eppure i bambini e gli adolescenti malati di cancro non sono adulti in miniatura.

Durante tutta la settimana in Italia verranno illuminati di luce dorata, monumenti, luoghi d’interesse, scuole, castelli in molti paesi e città. Verranno distribuiti i tatuaggi con il nastrino dorato, scattate delle foto e divulgate sui social. Anche Il Ponte del Sorriso lancia il messaggio a tutti i bambini e alle loro famiglie “Io lotto con te!”, partecipando attivamente all’iniziativa in tutti i reparti pediatrici della Provincia di Varese in cui è presente.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore