/ Cronaca

Cronaca | 27 agosto 2019, 18:06

Furti, minacce e aggressioni ai negozianti: "Bonnie&Clyde" varesini in manette a Stresa

Due ventenni della provincia di Varese protagonisti di un pomeriggio movimentato sulla sponda piemontese del Maggiore. A mettere fine alle loro scorribande due carabinieri in servizio all'unità nautica.

Furti, minacce e aggressioni ai negozianti: "Bonnie&Clyde" varesini in manette a Stresa

Sono stati arrestati con le accuse di furto aggravato e rapina impropria dai carabinieri di Stresa i due ventenni della provincia di Varese, che ieri dopo aver derubato due commercianti ne hanno aggredita una, minacciandola di morte.

A riportare la notizia è VerbanoNews. E' successo intorno alle 18. I due prima hanno preso di mira un negozio di alimentari. Lui ha distratto il titolare che era fuori davanti alla vetrina, mentre la ragazza che era con lui è entrata, ha superato il bancone e ha preso il cellulare dell'uomo.

Poi hanno messo in atto la stessa scena in un negozio di abbigliamento poco distante. La ragazza ha portato via anche la borsa della titolare, che si è accorta però quando la giovane si stava allontanando e l'ha raggiunta per riprendersela. La ragazza ha reagito con violenza, picchiando la donna. I due l'hanno minacciata di morte e poi hanno aggredito una passante intervenuta in suo soccorso, tirandole un calcio nella pancia.

Fortunatamente i due carabinieri che sono in servizio a Stresa per la nuova unità nautica erano poco distanti. Hanno sentito le urla e si sono precipitati sul posto. Hanno inseguito i due giovani in fuga e li hanno bloccati. La refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari. Il ragazzo aveva addosso un coltellino ed è stato denunciato per porto abusivo di oggetto atto ad offendere. Lui è finito in carcere a Verbania e la ragazza a Vercelli in attesa della convalida

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore