/ Canton Ticino

Canton Ticino | 09 agosto 2019, 10:15

Canton Ticino: senza patente sfreccia a 180 all'ora dove il limite è 80. E posta i video su Facebook

Un giovane svizzero di 24 anni fermato dalla polizia cantonale a Bellinzona. Il ragazzo pubblicava su internet le sue "imprese" in auto. Proprio questa sua spavalderia lo ha incastrato alle sue responsabilità.

(foto d'archivio tratta dalla pagina Facebook della polizia cantonale ticinese)

(foto d'archivio tratta dalla pagina Facebook della polizia cantonale ticinese)

Sfreccia a 180 chilometri orari in auto su una strada dove il limite è di 80. Il tutto con la patente revocata e pubblicando sul web le sue bravate. A finire nei guai, in Canton Ticino, è un cittadino svizzero di 24 anni. Il giovane, secondo la ricostruzione fornita dalla polizia cantonale, è stato fermato lo scorso 7 agosto a Bellinzona.

Il ragazzo, nonostante la revoca della licenza di condurre a causa di ripetute gravi infrazioni, era al volante di una vettura sportiva di grossa cilindrata di proprietà della compagna.

L'intervento è scaturito a seguito di una segnalazione giunta alla Polizia cantonale e dalle successive verifiche dei profili social del 24enne. Profili sui quali il giovane postava i suoi video alla guida, su strade ticinesi e di altri cantoni. Ad esempio, in una strada di valle, ha circolato a una velocità di oltre 180 chilometri orari in un tratto con il limite consentito di 80 chilometri orari, mettendo in grave pericolo la sua incolumità e quella degli altri utenti della strada. 

L'automobilista è stato denunciato al Ministero pubblico per guida senza autorizzazione e per grave infrazione alla Legge federale sulla circolazione stradale. La compagna è stata invece denunciata per concessa guida e stato difettoso dei veicolo La vettura è stata sequestrata e sarà sottoposta a verifiche relative alla sua idoneità alla circolazione e alla sua potenza.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore