/ Gallarate

Gallarate | 05 luglio 2019, 11:11

Minaccia di morte l'addetto alla vigilanza del supermercato: arrivano i carabinieri

Minaccia di morte l'addetto alla vigilanza del supermercato: arrivano i carabinieri

Minacce all’addetto alla vigilanza del supermercato, per un quarantenne si aprono le porte del carcere. Nel pomeriggio di ieri, giovedì 4 luglio, i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Gallarate hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di un quarantenne italiano.

L’uomo, nonostante fosse sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, mentre si trovava al supermercato Esselunga ha avuto un acceso diverbio de con un addetto alla vigilanza del centro commerciale. L’uomo lo ha ripetutamente insultato e minacciato di morte. Un atteggiamento che non è cambiato neppure all’arrivo dei militari, intervenuti a seguito della richiesta giunta al 112 da parte dei dipendenti del supermercato.

Il quarantenne è stato quindi denunciato per il reato di minacce aggravate e la sua condotta è stata immediatamente segnalata al Tribunale di Sorveglianza di Varese che, ritenendo non più idonea la misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, ne ha disposto la sospensione. Il quarantenne è stato così rintracciato, tratto in arresto e portato in carcere a Busto Arsizio.

Sempre a Gallarate, la scorsa notte, i carabinieri hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un trentenne di Cardano al Campo, anche lui sottoposto in prova ai servizi sociali. L’uomo è accusato di aver provocato un incidente stradale con la sua autovettura tre giorni fa e di essere scappato facendo perdere le proprie tracce. Il Tribunale di Sorveglianza di Varese, ricevuta la segnalazione, ne ha immediatamente disposto la carcerazione: l’uomo è stato portato dai carabinieri in carcere a Busto Arsizio.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore