/ Territorio

Territorio | 17 gennaio 2020, 08:40

Tangenziale di Varese gratis all'ora di punta? «Una proposta percorribile»

Il sindaco di Lozza, Giuseppe Licata, ha incontrato i vertici di Pedemontana in rappresentanza dei comuni varesini e ha avanzato un'ipotesi a favore dei pendolari attualmente al vaglio della società. Per ora invece non previsto lo svincolo di Gazzada

Tangenziale di Varese gratis all'ora di punta? «Una proposta percorribile»

Emerge uno spiraglio sul tema del pedaggio della Tangenziale e sui primi passi per renderla gratuita. Ad annunciarlo è il sindaco di Lozza, Giuseppe Licata, che nella giornata di ieri ha incontrato, in veste di rappresentante dei Comuni del Varesotto, l'ex ministro Roberto Castelli, presidente di Autostrada Pedemontana Lombarda Spa, per discutere dell'autostrada e del pedaggio della tangenziale di Varese. 

«Nel corso della riunione - ha spiegato Licata - improntata alla reciproca collaborazione, si sono affrontate questioni tecniche concernenti singoli comuni attraversati dall’autostrada, ma soprattutto le tematiche di più ampia portata, in primis la prosecuzione dell’opera e il pedaggio sul nostro tratto di Tangenziale».

Interessanti gli spunti emersi dall'incontro: «La condizione finanziaria della Società non desta preoccupazioni - continua Licata - quindi stabili sono gli accantonamenti destinati alle opere di Compensazione Ambientale che i Comuni stanno avviando. Tuttavia, affinché i lavori di costruzione dell'infrastruttura possano proseguire, sarà necessario il buon esito, entro il 2020, dell'operazione, attualmente in corso, di ricapitalizzazione societaria e di ricerca di nuovi investitori per un valore complessivo di circa 2 miliardi. In ogni caso, i lavori programmati riguarderanno i tratti B2 e C, ossia il prolungamento dell’attuale troncone principale fino a Vimercate; nessuna nuova opera è prevista nella Provincia di Varese. Quindi al momento nessuna possibilità di realizzazione per lo svincolo di Gazzada, mai approvato dal CIPE, e per il 2° lotto della Tangenziale, quello che avrebbe dovuto prolungare l'attuale Tangenziale di Varese fino al confine svizzero». 

Un importante spiraglio si è invece aperto sul fronte del pedaggio per la nostra Tangenziale. «Nell’ottica dell’individuazione di un punto di contatto tra le esigenze del territorio, da anni rivendicate dai Sindaci, e la sostenibilità finanziaria per la Società - aggiunge il sindaco di Lozza - ho formulato al presidente Castelli la proposta di compiere un primo passo rendendo gratuita la Tangenziale di Varese, nei giorni lavorativi, negli orari di punta dalle 7 alle 9 e dalle 17 alle 19. Sono quelle infatti le fasce orarie nelle quali più alto è il numero delle auto di pendolari che per evitare il tratto di Pedemontana a pagamento intasano le strade provinciali e comunali della zona».

«Con questa forma di gratuità - conclude - il mancato incasso per la Società è stimato intorno al milione di euro annui, somma che potrà essere in parte compensata da uno sconto su quanto dovuto annualmente da Autostrada Pedemontana Lombarda Spa a CAL Spa (Regione Lombardia) e ANAS Spa (Stato) quali oneri concessori. Quest’ultima, quindi, una partita politica da giocare con Regione Lombardia e Ministero dei Trasporti, facendo valere le ragioni della tutela ambientale, della sicurezza stradale e della mobilità. Nei prossimi giorni, tecnici di Pedemontana valuteranno nel dettaglio l'impatto economico di tale formulazione. Poi si dovrà aprire un tavolo con Regione e Ministero, ma la proposta fatta sembra una strada davvero percorribile».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore