/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 11 settembre 2019, 11:55

Ladri di biciclette in azione. Ma i carabinieri li scoprono

Doppio furto a Busto Arsizio: gli autori sono stati incastrati dalla videosorveglianza e denunciati dai militari, che hanno riconsegnato le bici ai legittimi proprietari.

Ladri di biciclette in azione. Ma i carabinieri li scoprono

Nel giro di poche ore i carabinieri di Busto Arsizio hanno identificato e denunciato due diversi autori di furti di biciclette: fondamentali le immagini di videosorveglianza analizzate dai militari che, in un caso, hanno direttamente riconosciuto l’autore. In un secondo caso, invece, è risultata importante la collaborazione dei carabinieri delle province limitrofe a cui abitualmente si inoltrano le immagini dei reati i cui autori non appaiono come “locali”: in questo specifico caso sono stati coinvolti i carabinieri di Novara

il primo soggetto individuato è un quarantacinquenne di Busto Arsizio, già noto alla giustizia e sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. L’uomo è risultato il responsabile di un furto di bicicletta messo a segno lo scorso 5 settembre in via Milano ai danni di una cinquantenne che aveva lasciato la propria mountain bike fuori dal posto di lavoro.

Il secondo ladro, invece, è stato identificato grazie alla collaborazione dei carabinieri di Novara: si tratta di un 35enne, residente a Trecate (Novara) di fatto senza fissa dimora, anche lui pregiudicato: secondo gli elementi raccolti dai militari dell'Arma, ancora una volta grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza, l'uomo è accusato del furto di una bicicletta messo a segno il 3 settembre scorso in via Magenta a Busto ai danni di un impiegato bustocco che aveva lasciato la propria bici fuori da un bar. Le biciclette sono state riconsegnate ai legittimi proprietari. Per loro una piacevole sorpresa, visto che ormai ritenevano di non poter più recuperare le proprie bici.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore