/ Territorio

Territorio | 15 giugno 2024, 15:16

FOTO. I figli di Gigi Riva a Leggiuno per l'intitolazione del campo sportivo al loro grande papà campione: «Legame indissolubile, indimenticabili le partitelle all'oratorio di San Primo»

Nicola e Mauro hanno partecipato sabato mattina alla cerimonia voluta dall'amministrazione comunale per onorare il campione scomparso a gennaio. A Rombo di Tuono dedicati anche una statua e un dipinto. Presente nonostante la pioggia tanta gente, le autorità, i tifosi del Cagliari con la bandiere della squadra sarda, gli amici di sempre e anche i piccoli calciatori leggiunesi

FOTO. I figli di Gigi Riva a Leggiuno per l'intitolazione del campo sportivo al loro grande papà campione: «Legame indissolubile, indimenticabili le partitelle all'oratorio di San Primo»

Nonostante la pioggia battente, numerose persone, compresa una delegazione di tifosi del Cagliari, ha partecipato sabato mattina alla cerimonia di intitolazione del campo sportivo di Leggiuno al grande campione di casa Gigi Riva.

Nel paese affacciato sul Lago Maggiore Rombo di Tuono è nato e vissuto fino a 18 anni per poi traferirsi dalla sorella Fausta a Legnano, dove ha iniziato la sua carriera calcistica da professionista. 

Alla manifestazione erano presenti i figli del bomber della nazionale Nicola e Mauro, oltre anche a diversi sindaci dei Comuni limitrofi, rappresentanti della Provincia, il presidente provinciale del Csi calcio e una folta rappresentativa di ragazzi delle formazioni giovanili calcistiche delle squadre dell’ASD Leggiuno.

L'intitolazione del campo è stata voluta dall'amministrazione comunale leggiunese per ricordare ed onorare il campione che ha reso Leggiuno famoso nel mondo per le sue gesta sportive e umane. 

Sono stati proprio il sindaco Giovanni Parmigiani ed il vicesindaco Davide Fantoni, il consigliere delegato alla Sport Iseo Barco a sottolineare la grande figura del Luis  che deve essere un esempio di vita sia sportivo che sociale per i giovani di oggi.

Particolarmente commovente è stata la testimonianza dell’amico di lunga data Pasqualino Brunella, che a nome di tutti gli amici presenti ha ricordato dei momenti di vita vissuta con Riva.

Nicola e Mauro Riva emozionati e accompagni dalle rispettive famiglie, nel loro intervento hanno più volte ribadito la loro vicinanza a Leggiuno, come luogo indimenticabile dei ricordi legati alla loro infanzia con il papà e con gli zii Paolo e Fausta.

I ricordo sono andati in particolare alle partitelle disputate al campo dell’oratorio di San Primo e alla camminate con il papà per i sentieri nei boschi di Leggiuno e Sangiano.

Oltre alla statua realizzata dalla ditta CM di Caravate che ha magistralmente raffigurato la famosa rovesciata storica che Rombo di Tuono fece nella partita Cagliari-Vicenza, è stata inaugurato anche il dipinto donato dal locale centro anziani e realizzato dalla bravissima artista locale Sonia Zarantonella che verrà prossimamente esposto nella zona adiacente al campetto di San Primo, il luogo che è rimasto sempre nel cuore di questo straordinario "hombre vertical". 

Claudio Ferretti

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore