/ Varese

Varese | 07 giugno 2024, 10:23

Arte scultorea lungo le pendici del Campo dei Fiori: pronta La Via del Caravati

Il sentiero tematico che si snoda sui tracciati varesini verrà presto presentato: si tratta di un cammino arricchito delle opere realizzate dallo scalpellino Edoardo Caravati tra fine '800 e inizio '900. Realizzato da Art&Run e Amici Campo dei Fiori, con il supporto dell’ente Parco Campo dei Fiori, del Comune di Luvinate e della famiglia dell’artista

Arte scultorea lungo le pendici del Campo dei Fiori: pronta La Via del Caravati

È ormai completa e pronto ad essere svelata La Via del Caravati, il sentiero tematico che si snoda lungo le pendici del Campo dei Fiori. Trattasi di un sentiero, che unisce le opere che lo scultore/scalpellino Edoardo Caravati, vissuto tra la fine dell’800 e l’inizio del 900, ha lasciato nei boschi del Campo dei Fiori. L’iniziativa verrà presentata ufficialmente nei prossimi giorni.

Lo scultore/scalpellino Edoardo Caravati lavorò nei cantieri per la costruzione del Grand Hotel e della Funicolare del Campo dei Fiori. Al termine delle sue giornate lavorative dedicava il suo tempo andando nei boschi alla ricerca di pietre che potessero ispirare la sua immaginazione e che lui potesse trasformare direttamente sul posto in sculture. Si tratta di sculture ricavate proprio dalle rocce carbonatiche che caratterizzano il massiccio montuoso.

L’idea del sentiero tematico La Via del Caravati nasce dall’incontro tra due realtà del territorio, Art & Run e l’Associazione Amici del Campo dei Fiori ed è stato realizzato con il supporto dell’Ente Parco Campo dei Fiori del Comune di Luvinate e della Famiglia Caravati. Il Comune di Varese ha concesso il patrocinio.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore