/ Scuola

Scuola | 07 febbraio 2024, 14:00

«Non giocatevi la vita sulla strada»

ACI Varese con Max Laudadio ha incontrato gli studenti dell’Istituto Falcone di Gallarate

«Non giocatevi la vita sulla strada»

Aderendo all'iniziativa nazionale ACI Sara safe factor (in strada ed in pista vincono le regole) promossa al Centro di Guida ACI_Vallelunga di Lainate, l'Automobile Club Varese ha organizzato un evento nell'evento in collaborazione con l'Istituto Falcone di Gallarate e con alcuni rappresentanti della Consulta provinciale degli studenti. 

Obiettivo di AC Varese è stato quello di offrire ai giovani un’opportunità di verificare nella pratica l’importanza di non perdere mai la concentrazione quando si è in strada e di essere sempre pronti a prevedere ed a fronteggiare ogni potenziale situazione di pericolo.

Lo ha fatto con la collaborazione straordinaria di Max Laudadio che fin dal primo mattino, insieme al presidente di AC Varese Giuseppe Redaelli, ha accompagnato gli studenti sul pullman che li ha portati a Lainate stimolando alcune preliminari riflessioni sui pericoli sempre in agguato sulle strade e sottolineando la necessità non solo del rispetto delle regole ma anche della propria e dell'altrui vita, che non può nè deve essere messa mai a repentaglio per distrazioni o comportamenti scellerati.

La presenza di un nutrito e ben organizzato gruppo di studenti del corso specialistico per la comunicazione ha favorito l'instaurarsi di un clima di reciproca collaborazione che ha caratterizzato l'intera giornata.

Al termine infatti del già intenso programma mattutino che ha visto l'intervento dell'ex pilota di F1 Andrea Montermini e lo svolgimento di esercitazioni pratiche per un gruppo di circa duecento studenti, gli impianti specialistici del Centro sono stati nel pomeriggio riservati esclusivamente al gruppo di AC Varese che - stimolato dalla interlocuzione con Max Laudadio - ha avuto modo di cimentarsi nei diversi test drive vivendo situazioni di emergenza (improvvisi ostacoli sulla strada che obbligano a frenate violente, o simulate condizioni atmosferiche avverse) che portano l’auto a perdere aderenza causando gravi sbandate e possibili testa coda, con le immaginabili conseguenze quando si è sulla strada.

Rischi a cui qualsiasi utente della strada potrebbe andare incontro ogni giorno e che i giovani allievi del Falcone - assistiti dai loro docenti e stimolati dalla interazione con Max Laudadio - hanno potuto ampiamente registrare con l'intento di trasmettere poi ad altri giovani le loro sensazioni e soprattutto gli accorgimenti - positivamente verificati - da adottare per fronteggiare le possibili criticità.

Gli allievi non in possesso di patente hanno partecipato ad un altrettanto significativo corso di guida dei monopattini elettrici, evidenziando come la distrazione può essere molto pericolosa anche quando si guida un monopattino.

Molto sensibile a questi temi della sicurezza stradale è la CRI con cui il Centro di Guida Sicura ha da tempo in essere una serie di collaborazioni. Ospite graditissima di AC Varese ed attenta osservatrice è stata l’Ispettrice nazionale del Corpo Infermiere Volontarie della CRI, Sorella Emilia Bruna Scarcella, insieme a due volontarie monzesi che hanno a loro volta reso partecipi gli studenti di loro drammatiche esperienze di interventi d’urgenza sulle strade.

Max Laudadio al termine della giornata ha così commentato:

“Un’esperienza che andrebbe fatta vivere a tutti! Perché il corso è stato davvero sopra ogni mia più rosea aspettativa, ed è bastato poco per capire quanto la routine alla guida porti con sé abitudini molto pericolose. I test che affronti sono realistici e molto utili. In gioco c’è di più che una semplice esperienza, c’è la tua vita e quella degli altri!”

Il Presidente dell'Automobile Club Varese, Giuseppe Redaelli, ha espresso il compiacimento per la fattiva collaborazione con l’ufficio scolastico territoriale di Varese nell’ambito delle attività di promozione della cittadinanza consapevole e per il costruttivo coinvolgimento degli studenti della Consulta Provinciale Studentesca, e ringraziato in particolare la professoressa Linda Casalini per il ruolo determinante avuto nelle relazioni con i dirigenti dell'Istituto Falcone. Dichiarandosi molto soddisfatto per la forte interazione con gli studenti ha confermato l’impegno dell'Automobile Club Varese a proseguire il progetto ‘RESPONSABILMENTE IN STRADA’ che, con il convinto e determinante sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto, prevede ampia collaborazione con gli Enti territoriali per sviluppare iniziative atte a ridurre il numero degli incidenti e conseguentemente delle vittime attraversola stimolazione di tutti gli utenti a non distrarsi e a mantenere comportamenti sempre più responsabili sulle strade.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore