/ Basket

Basket | 06 novembre 2023, 22:29

VIDEO - Toto Bulgheroni: «Pelligra Group? A oggi nessun versamento. Abbiamo il diritto di essere rispettati»

Il presidente della Pallacanestro Varese a l'Ultima Contesa: «Ho costruito la mia credibilità sulla parola data: in questo caso ci siamo trovati davanti a delle persone che non hanno dimostrato la serietà e il rispetto che un contratto firmato deve avere. Chiudere con loro? Non è facile, ma Scola ha un progetto su cui azionisti e cda sono allineati. Andremo avanti, eventualmente con qualche altra soluzione»

Toto Bulgheroni, presidente della Pallacanestro Varese, ospite ieri sera de L'Ultima Contesa

Toto Bulgheroni, presidente della Pallacanestro Varese, ospite ieri sera de L'Ultima Contesa

All’indomani di una vittoria in campionato attesa da oltre un mese, è andata in onda la quinta puntata de L’Ultima Contesa, il talk show di VareseNoi sulla pallacanestro di casa nostra.

Ospite della puntata è stato il presidente della Pallacanestro Varese, Toto Bulgheroni, con cui si è parlato del momento della squadra e della questione in divenire con il fondo australiano guidato da Ross Pelligra. Altro ospite della puntata è stato Antonio Franzi, giornalista tra gli altri de La Gazzetta dello Sport.

Qui alcune delle dichiarazioni di Toto Bulgheroni:

Sulla squadra: «Abbiamo avuto qualche vicissitudine fin dall’inizio, dalla rinuncia a coach Brase alla non possibilità di trattenere alcuni giocatori dell’anno scorso, e questo ha posto delle difficoltà nella costruzione della squadra. Ho un enorme fiducia in Luis Scola, sposo completamente il suo progetto, e questa è la ragione per cui ho accettato di impegnarmi a essere il presidente della società».

«Quando si parte da zero non è facile raggiungere il punto dove si era l’anno scorso. La cosa più importante è che Luis ha fatto con i giocatori contratti pluriennali, significa che si può lavorare con calma. Capisco che all’inizio è difficile, ma ho una grande fiducia in allenatore e staff tecnico e in tutto il lavoro che fanno».

«Abbiamo sicuramente uno dei budget più basi sella serie A. Siamo stati in partita con Tortona che ha un budget 4 o 5 volte superiore al nostro, abbiamo perso con Trento per un errore clamoroso arbitrale… La squadra ha dimostrato che c’è la voglia di stare insieme e giocare assieme. Ho moltissima fiducia per diverse ragioni: Shahid ha bisogno di un po’ di tempo, viene da un campionato inferiore e sa saltare l’uomo; poi abbiamo almeno 3 o 4 esterni di grandissimo valore. Il rientro di Ulaneo è stato molto importante, perché fa respirare Cauley-Stein e non obbliga l’allenatore a far giocare Brown fuori ruolo».

Su Cauley-Stein: «Cauley-Stein è un giocatore che se avesse un carattere diverso non lo vedremmo a Varese. È un ragazzo molto delicato, molto sensibile e che cerca lentamente la sua motivazione. Non gli si può chiedere cose che non è abituato a fare, ma intanto ha messo due tiri da tre, ha fatto qualche stoppata in più, i rimbalzi li piglia… Sta iniziando ad essere un fattore. Io son fiducioso, sono convinto che con lavoro e motivazione lui e gli altri miglioreranno».

Su Woldetensae: «Tomas è un ragazzo eccezionale, che ha dentro molto di più di quello che qualche volta trasmette. Ieri l’atteggiamento è stato eccezionale, è un giocatore che è in grado di trovare soluzioni notevoli, che mette l’anima e fortissimo in difesa. È un perno molto importante per la nostra squadra, è a Varese da qualche anno e sta dimostrando di avere anche un grande cuore: questo fa capire anche agli altri quanto è importante giocare per Varese».

Sulla questione australiani: «Ho costruito la mia credibilità rispettando sempre la parola data e i contratti, non facendo mai passare un giorno oltre le date pattuite. Qui ci siamo trovati di fronte a un’opportunità, e ci siamo trovati di fronte a delle persone che ad oggi non hanno dimostrato la serietà e il rispetto che un contratto firmato deve avere. Non ho vergogna ad esprimermi esplicitamente: dovevano versarci la sponsorizzazione il 10 luglio, ma a oggi non è arrivato nulla. Al 31 ottobre, data in cui doveva esserci il versamento della prima quota, non c’è stato niente. Chiudere le porte in faccia a un’opportunità è sempre difficile, ma la Pallacanestro Varese, Luis Scola, Varese Nel Cuore, il Basket Siamo Noi e tutti coloro che fanno parte della compagine societaria abbiano il diritto di essere rispettati. Noi andremo avanti come abbiamo sempre fatto, Luis ha un progetto su cui azionisti e cda sono allineati con lui. Andremo avanti, eventualmente con qualche altra soluzione».

Qui sotto il video della puntata integrale.

Lorenzo D'Angelo


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore