/ Calcio

Calcio | 26 febbraio 2023, 17:02

LE PAROLE. Porro: «Guardiamo in faccia la classifica e facciamolo bene. Non può e non deve finire così»

Il tecnico biancorosso dopo lo 0-2 casalingo che manderebbe il Varese in Eccellenza a 9 giornate dalla fine: «Liberati dai fardelli della testa, mi aspettavo qualcosa di diverso. Se una squadra incassa un colpo, ad Arconate vuole subito rialzarsi». L'allenatore del Desenzano Tacchinardi: «Credevo partissero forte ma non è avvenuto. Loro in difficoltà mentale»

LE PAROLE. Porro: «Guardiamo in faccia la classifica e facciamolo bene. Non può e non deve finire così»

Ad oggi il Varese è retrocesso in Eccellenza, mister Porro... «Mi aspetto una squadra che incassa un colpo e vuole rialzarsi anche se ora andremo ad Arconate. Guardiamo la classifica, ma guardiamola davvero: non può e non deve finire così. Barra dritta, andiamo avanti. Pensavo davvero in un altro tabellino alla fine di questa partita... sapevo che sarebbe stata sporca e brutta ma speravo che liberati dei fardelli che ci sono nella testa, nella ripresa avremmo fatto una partita e soprattutto un risultato diverso».

«Che fosse complicato e che fossimo contratti e timorosi me l'ero immaginato. Un episodio ha rotto questo brutto gioco della prima parte di gara. La seconda mazzata non doveva arrivare» dice ancora Porro dopo lo 0-2 con il Desenzano (leggi QUI e QUI per i voti).

Quando si tira sul portiere o su un difensore anche a porta vuota, come se ne esce? «Dobbiamo trovare questa risposta. Conto sei conclusioni in porta nella ripresa - prosegue Porro - mi interessava vedere una squadra che sputasse sangue e masticasse amaro fino all'ultimo secondo e queste cose io le ho viste».

Porro ammette i cali mentali del Varese... «Non si si deve ne ci si può appellare alla sfortuna - aggiunge ancora il tecnico - bisogna avere cattiveria anche sulle palle vaganti in area. Dobbiamo rimboccarci le maniche e masticare tanto amaro fino in fondo...».

Mario Tacchinardi, mister ospite, ha visto un «Varese in difficoltà a livello mentale. Mi aspettavo che partisse un po' più forte con l'aiuto del pubblico e con un mister amato, ma questo non è avvenuto. I giocatori li ha...».

«Volevamo fare una gara difensiva e l'abbiamo fatta bene - aggiunge Tacchinardi - La svolta del nostro campionato? Abbiamo rivoluzionato la squadra puntando su una rosa giovane e ho abbandonato qualche mia idea, impostando un atteggiamento un po' più attendista e puntando sui nostri giocatori importanti che possono fare male nelle ripartenze. Siamo al decimo risultato utile e alla terza partita senza prendere gol: arriviamo prima possibile ai 40 punti e poi proveremo a stupire».

A.C.


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore