/ Politica

Politica | 27 gennaio 2023, 19:08

Farioli con Calenda: «Siamo noi che rappresentiamo davvero i valori della Lombardia»

L'ex sindaco di Busto Arsizio e candidato di Azione e Italia Viva alle Regionali presente a Varese per l'arrivo del senatore: «Io credo nel Terzo Polo e in me stesso, posso portare in Consiglio Regionale tutta la mia esperienza»

Farioli con Calenda: «Siamo noi che rappresentiamo davvero i valori della Lombardia»

«Il terzo polo ci crede perché ci deve credere. Ed è giusto che si proponga a Varese, provincia eterogenea, ma ricca delle caratteristiche tipiche della famiglia lombarda, del cittadino lombardo, dell’impresa lombarda. Cioè ricca di quei talenti quella voglia di fare concreta e lungimirante che è a sua volta tipica della proposta del polo liberare, popolare, cristiano ed europeo che noi rappresentiamo. Siamo in linea con la migliore tradizione della Lombardia e con le necessità di une regione che vuol essere davvero motore d’Europa»

Così Gigi Farioli, candidato per Azione e Italia Viva, presente all’incontro con Carlo Calenda, senatore, ex ministro e leader di Azione, arrivato a Varese al teatro Santuccio.

«E anch’io ci credo - ha continuato Farioli - Credo e spero di tornare in consiglio con la stessa passione ma con ancora più consapevolezza e con le competenze maturate in decenni di impegno in linea con la migliore Lombardia».

Calenda, presentatosi per supportare la squadra provinciale di candidati che sostiene la corsa di Letizia Moratti, nel suo appuntamento varesino ha parlato in primis di autonomia: «Qualcuno ha letto cosa comporta davvero l’autonomia per come è stata prevista? - ha provocato - Lo sanno i lombardi che essa prevede per esempio cosa poter o non poter insegnare a scuola? O che la Lombardia negozi insieme alle altre Regioni i trattati commerciali, che vuol dire non avere in sostanza più trattati commerciali? No, non è questa l’autonomia con la quale sono d’accordo. Ai cittadini hanno raccontato un sacco di bugie: questa autonomia non comporta il pagare meno tasse».

Poi della candidatura di Letizia Moratti: «Moratti candidatura a perdere? No, assolutamente. Oggi c’è un sondaggio che dice che il 40% degli elettori ancora non sa chi votare. È il Pd che non ha appoggiato una candidatura vincente… Se noi avessimo appoggiato Majorino avremmo perso tutti insieme, mentre così abbiamo una chance di vincere. Il vero discorso è che i lombardi si ricordino di votare chi è in grado di votare meglio: che questa Regione si sia dimenticata dei disastri di Fontana nel Covid e lo voti di nuovo mi sorprenderebbe molto…».

Informazione politico elettorale


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore