ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Territorio

Territorio | 25 novembre 2022, 13:42

VIDEO. Besozzo sempre più "casa" del calcio balilla paralimpico e dello sport inclusivo

La palestra comunale ospiterà il prossimo 10 e 11 dicembre il Campionato Italiano di categoria organizzato dalla Federazione. In arrivo più di cento atleti disabili da tutta Italia: «Stiamo lavorando perché la stazione ferroviaria diventi accessibile a chi è in carrozzina. Mancano anche alberghi attrezzati»

La presentazione del Campionato Italiano di calcio balilla paralimpico che si svolgerà a Besozzo il 10 e 11 dicembre

La presentazione del Campionato Italiano di calcio balilla paralimpico che si svolgerà a Besozzo il 10 e 11 dicembre

Besozzo si conferma sempre di più "casa" e "capitale" del calcio balilla paralimpico e dello sport inclusivo. 

Il 10 e 11 dicembre prossimi la palestra comunale delle scuole medie ospiterà il Campionato Italiano di categoria organizzato dalla Federazione nazionale di Calcio Balilla paralimpico presieduta dal vulcanico campione besozzese Francesco Bonanno e che ha sede attualmente nell'edificio della stazione ferroviaria ma che è destinata a trasferirsi nei prossimi anni quando la ex cartiera sarà "rigenerata" a livello urbanistico.

Un evento prestigioso realizzato con il contributo del Comune di Besozzo e di Regione Lombardia che porterà in paese oltre cento atleti provenienti da tutta Italia: l'11 dicembre ci sarà anche la prima edizione del Trofeo Città di Besozzo dove si misureranno le donne: le migliori classificate giocheranno in coppia con i campioni paralimpici. Sabato 10 dicembre invece si terrà un torneo di calcio balilla per atleti sordi. 

«Siamo molto soddisfatti sia dell'organizzazione che non è stata facile sia della risposta degli atleti - afferma Bonanno - portiamo avanti un lavoro sull'attività sportiva dedicato ai disabili che continua a crescere. Accessibilità e accoglienza sono le due parole chiave».

Le battaglie portate avanti dalla Federazione sono anche altre due: l'accessibilità della stazione ferroviaria di Besozzo per persone in carrozzina e la disponibilità di alberghi attrezzati per accogliere persone con disabilità.

«Per questo campionato dovremo fare arrivare gli atleti in altre stazioni e poi accompagnarli a Besozzo con dei pulmini - conclude Bonanno - abbiamo dovuto utilizzare alberghi in tutta la provincia di Varese perché ciascuno ha al massimo due stanze attrezzate».

Il Comune di Besozzo sostiene da tempo l'attività della Federazione paralimpica di calcio balilla e in generale il tema dello sport come veicoli di inclusione sociale.

«Siamo orgogliosi di ospitare questo evento prestigioso - commenta il sindaco Gianluca Coghetto - lo sport per noi è un valore aggiunto di inclusione sociale. Il vero insegnamento è vedere la realtà secondo una sensibilità diversa. Per quanto riguarda la stazione ferroviaria, i lavori di realizzazione del bagno al piano terra sono in corso, per la banchina stiamo aspettando risposta da Rfi e l'auspicio è che i lavori partano nel 2023 affinché quella di Besozzo sia la prima stazione accessibile per persone disabili della linea Gallarate-Luino». 

«Il calcio balilla è una disciplina importante perché consente di far giocare persone disabili di ogni età - sottolinea Pierangelo Santelli, presidente regionale Cip Lombardia - le persone disabili non vanno mai abbandonate ma seguite in tutto il percorso della loro vita. Bisogna lavorare molto sulle strutture alberghiere perché siano attrezzate ad accogliere persone in carrozzina».

«Lo sport è un contenitore che dialoga con tutte le realtà sociali, il fatto di aver organizzato la presentazione del Campionato Italiano nella giornata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne e di aver organizzato un trofeo dedicato alle donne è un segno di unione forte» dichiara l'assessore allo Sport Francesca Pianese che si è già iscritta alla competizione dell'11 dicembre. 

«Sono soddisfatto del progetto portato avanti dalla Federazione che si sta ingrandendo ogni giorno - aggiunge Fabio Vivirito, delegato regionale Fpicb Lombardia - portare a Besozzo tanti atleti è frutto di un grande lavoro. In Lombardia vediamo nascere in continuazione nuove società sportive, complimenti al presidente Bonanno per quanto sta facendo». 

 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore