/ Eventi

Eventi | 21 maggio 2022, 12:08

Terra e Laghi ritorna per «celebrare la Natura e facilitare l'incontro tra Territori»

È stata presentata la 16a edizione del Festival di teatro internazionale, transfrontaliero e macroregionale organizzato dal Teatro Blu di Cadegliano Viconago. 95 spettacoli in 65 Comuni con l'obiettivo di agevolare la valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico e la promozione di un turismo culturale

Terra e Laghi ritorna per «celebrare la Natura e facilitare l'incontro tra Territori»

Si è svolta nei giorni scorsi la conferenza stampa di presentazione della XVI edizione di Terra E Laghi - Festival Internazionale di Teatro nell’Insubria e nella Macroregione Alpina, sviluppato e promosso dal Teatro Blu di Cadegliano Viconago.

Un incontro online, in cui istituzioni, artisti e giornalisti si sono riuniti nel “salotto virtuale” di Silvia Priori, Presidente e Direttrice Artistica del Centro di Ricerca Teatrale varesino, per partecipare alla promozione di un «Festival diffuso», come lo ha definito Stefano Bruno Galli, Assessore alla Cultura di Regione Lombardia.

Un Teatro che vuole comunicare il Territorio

Diffuso, perché Terra e Laghi inizia a Varese, ma non si ferma al nostro territorio. Da giugno a novembre, i 95 spettacoli previsti animeranno 65 Comuni di EUSALP, di cui 50 nel territorio dell’Insubria, con un unico scopo: valorizzare il territorio e promuovere il turismo culturale, anche agevolando sinergie e collaborazioni tra artisti e istituzioni. Lo spettacolo deve valorizzare il luogo e il luogo deve fungere da cornice stessa per lo spettacolo. Inoltre, con il nostro Festival vogliamo fare in modo che si creino diverse reti artistiche in più direzioni, anche dedicate alla parità di genere. I nostri spettacoli si divideranno in tre macro-aree, Teatro Prosa, Circo e Ragazzi, con l’esibizione di circa 200 artisti», ha affermato Silvia Priori.

«Faccio i complimenti a Silvia per aver saputo organizzare un evento che raccoglie quasi 100 manifestazioni – ha aggiunto Enzo Laforgia, Assessore alla Cultura del Comune di Varese – La proposta è molto interessante, è il risultato di un lungo cammino, questa manifestazione arriva dopo due anni in cui il settore dello spettacolo ha sofferto. Il tema scelto è affascinante, consente la coniugazione con il contesto naturale e paesaggistico e, pur identificandosi con il territorio, permette di superare i confini provinciali, regionali, nazionali, europei, penso che questa apertura possa essere uno spunto per una riflessione più ampia».

 Incontro, condivisione, collaborazione tra frontiere

«La Comunità di lavoro Regio Insubrica, che vede la partecipazione delle Regioni Lombardia, Piemonte e del Canton Ticino, è lieta di sostenere anche quest’anno il Festival Terra e Laghi quale momento di incontro e di collaborazione a cavallo del confine italo-svizzero. L’iniziativa di Teatro Blu ha conosciuto, negli anni, uno sviluppo ragguardevole, facendosi apprezzare per la qualità dell’offerta culturale e offrendo una grande varietà di spettacoli. La collaborazione, creata da Teatro Blu, tra i numerosi artisti, partecipanti da tutto il territorio, favorisce uno scambio artistico - culturale transfrontaliero. La cornice di pubblico e l’incremento degli spettacoli, che varcano ormai i confini territoriali della Comunità di lavoro, evidenziano come sia importante sostenere queste proposte, in linea con gli sforzi della Comunità di lavoro anche nel settore turistico per favorire e promuovere in modo condiviso e coordinato iniziative, proposte e progetti di eccellenza del proprio territorio. È in quest’ottica che la Regio Insubrica sostiene e collabora da oltre un decennio alle iniziative dell’Associazione Culturale Teatro Blu, con cui condivide l’obiettivo di creare una forte identità culturale nei territori dell’Insubria. Il più sentito augurio a Teatro Blu e a tutti i suoi collaboratori affinché questa nuova edizione del Festival riscontri la partecipazione e il successo che merita», è stato il pensiero di Francesco Quattrini, segretario generale di Regio Insubrica.

Che il Festival cominci, con la celebrazione della Natura

Sarà Terra Madre, la nuova creazione di Teatro Blu, lo spettacolo d’apertura della XVI edizione di Terra e Laghi, Festival internazionale di Teatro nell'Insubria e nella Macroregione Alpina, mercoledì 1° giugno alle 21, alla Tensostruttura dei Giardini Estensi a Varese.

Lo spettacolo, che vedrà in scena Silvia Priori e Roberto Gerbolès, accompagnati dalle melodie di Ciro Radice, dal canto di Francesca Galante e dalle video scenografie di Maha Lorenz, è una miscela di recitazione, narrazione, canto e musica dal vivo e immagini oniriche. «Una riflessione sull’infinita bellezza della natura, sulla magnificenza della nostra Terra che è Madre, sul mistero dell’universo che è potenza creatrice – ha concluso Silvia Priori – Uno spettacolo che parla a ognuno di noi che ci rivela quanto siamo tutti profondamente uniti con tutto ciò che esiste. Dobbiamo fermarci e trasformare il grigio in verde. Sperare in un tempo migliore, in cui l’uomo finalmente possa ascoltare la voce della natura. Torniamo a osservare, ad ascoltare, a stupirci della bellezza che abbiamo intorno, a connetterci con l’anima che è insita in ogni cosa, in una pianta, in un fiore, in un uccello, in una foresta, in un corso d’ acqua e sentire che ne è valsa la pena passare per questo mondo. Impariamo a gioire davanti alla creazione divina, in una comunione universale. E ringraziamola la Terra, la nostra Madre Terra, per quella scintilla, per quella forza creatrice, per quella carezza divina, per tanta magnificenza in cui i confini non esistono, dove l’io si confonde con l’altro per lasciare posto all’ Amore. Ogni giorno è un nuovo inizio, un nuovo risveglio, una nuova reverenza per la vita».

Infine, Terra e Laghi 2022 racchiude, come da ormai 12 anni, Cadegliano Festival – Piccola Spoleto, un altro prestigioso Festival dedicato al M° Gian Carlo Menotti, noto compositore nato a Cadegliano e fondatore del Festival dei Due Mondi di Spoleto. Questa edizione, incentrata sul tema La parità di genere attraverso il mito greco, si svolgerà dal 4 al 19 giugno a Cadegliano Viconago.

Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore