/ 

| 18 gennaio 2022, 07:00

Haiti, la speranza ha il volto di Fedline

La piccola, di otto mesi, portata lo scorso novembre dalla mamma a suor Marcella ha potuto lasciare l'ospedale e tornare alla Kay. Che invece ha dovuto dire addio a Joceline

La dolcissima Fedline accolta dai bimbi di Kay

La dolcissima Fedline accolta dai bimbi di Kay

Ha lottato Fedline e ora mostra un sorriso birichino, come se la voglia di gioco e coccole fosse più forte di tutto, anche dopo la permanenza in ospedale. Hanno pregato tanto per la sua sopravvivenza suor Marcella Catozza e tutta la Kay, dopo il ricovero in condizioni così delicate per la Tbc.

Sabato scorso la prima buona notizia: la piccola finalmente aveva potuto togliere l’ossigeno. Lunedì gioia immensa: rieccola in quella che ora è la sua casa, con la sua espressione irresistibile e il suo bel cappellino giallo dove spicca un fiore, carezza di speranza. È la sua casa, perché la mamma l’aveva affidata alla missionaria bustocca lo scorso novembre (LEGGI QUI) e di lei ora non si sa più niente. L’unica certezza è che con questo gesto, si è salvata perché è stata subito portata all’ospedale dove le hanno potuto prestare le necessarie cure contro la tubercolosi.

È piccolissima, Fedline: proprio oggi compie otto mesi. E questo numero conduce a un altro volto innocente, con dolore: Joceline, otto anni, non ce l’ha fatta. Il bambino si è spento all’inizio del nuovo anno. Una piccola creatura che vola via, un’altra, ancora più piccina, che viene strappata a un analogo destino.

La morte e la vita, le lacrime e i sorrisi dei più fragili in ogni parte del mondo: nella poverissima Haiti, di più.

Marilena Lualdi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore