/ Sport

Sport | 17 luglio 2021, 14:45

Dalla Gulliver Virtual Race alla EcoRun Varese: un nuovo, grande appuntamento con lo sport il 25 e 26 settembre

Un altro weekend all’insegna dello sport e della cultura attende il nostro territorio. La società EcoRun Varese ha già iniziato i preparativi per l’omonima gara di fine settembre, in cui si intrecceranno sport, cultura e, soprattutto, benessere. Con un obiettivo: «Fare qualcosa di stimolante per la città»

Dalla Gulliver Virtual Race alla EcoRun Varese: un nuovo, grande appuntamento con lo sport il 25 e 26 settembre

Per la Gulliver Virtual Race, gara che, nel weekend 26-27 giugno, ha visti impegnati più di 180 sportivi, più o meno amatoriali, è ufficialmente giunto il momento di passare il testimone a un altro importante evento sportivo che animerà le vie di Varese sabato 25 e domenica 26 settembre: la seconda edizione della EcoRun Varese, organizzata dalla omonima società (in basso, alla voce "files" troverete il volantino in .pdf con tutti i dettagli).

Giuseppe Micalizzi, Presidente di EcoRun Varese, ci ha presentato la nuova iniziativa, anche a fronte del successo, quasi inaspettato, della staffetta che ha caratterizzato l’evento di fine giugno: «La conseguenza immediata della Virtual Race è stata una riunione con il Centro Gulliver, con cui collaboriamo dal 2019, per organizzare l’allenamento dei ragazzi in prospettiva della EcoRun di settembre. Speriamo di riuscire a prepararne almeno una decina!».

Un’importante novità di quest’anno riguarda la tipologia di gara proposta: «Per la prima volta, domenica 26 organizzeremo una 10 chilometri nazionale competitiva. Gli atleti partiranno alle 9 davanti al Comune e attraverseranno la parte più centrale della città, da Casbeno a Biumo, poi Villa Mylius e il quartiere della Brunella. Dopo di loro, partiranno i gruppi non competitivi, che potranno decidere se correre 10 o 5 chilometri. Il traffico sarà bloccato per tutta la durata della gara».

«Come runner - conclude Micalizzi - di solito vediamo che chi partecipa alle corse poi torna “di corsa” a casa. Noi vogliamo fare qualcosa per la città e per le associazioni a scopo benefico, che sia di stimolo per Varese, vogliamo promuovere lo sport e la cultura e stimolare il turismo. Il tutto, con uno spirito salutistico». Chiudere il centro di Varese, infatti, consentirà anche a chi non parteciperà direttamente alle gare di godere della città, passeggiare senza pericoli, riprendere la vita normale, oltre a dimostrare ai cittadini e ai commercianti che, un domani, si potrebbero prevedere limitazioni a al traffico, sarebbe importante per salvaguardare il clima e la nostra salute.

Gli atleti competitivi potranno iscriversi attraverso i canali ufficiali Fidal, mentre coloro che preferiscono partecipare alle gare non competitive potranno pre-iscriversi tramite la app AppNRun - sul sito www.ecorunvarese.it troverete tutte le informazioni.

Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore