ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2023
 / Politica

Politica | 29 giugno 2021, 17:19

Angera, la minoranza di Allea preoccupata per il futuro dell'ospedale: «Pronto soccorso declassato»

Dopo la pubblicazione del Poas, il capogruppo Milo Manica, in una nota, osserva come «non ci sia traccia delle promesse fatte dai politici e dai dirigenti aziendali sul rilancio dell'Ondoli»

Angera, la minoranza di Allea preoccupata per il futuro dell'ospedale: «Pronto soccorso declassato»

Dopo la pubblicazione del nuovo POAS (Piano di organizzazione aziendale strategico) dell'ASST Sette Laghi, il documento con il quale l'azienda definisce e aggiorna la struttura organizzativa e funzionale e dove vengono stabilite le linee dello sviluppo futuro, il gruppo di minoranza Allea esprime tutte le sue perplessità e preoccupazioni sulle intenzioni riguardanti la nuova organizzazione dell'ospedale di Angera.

«Le notizie che ci giungono in merito sono purtroppo negative - afferma il gruppo guidato da Milo Manica in una nota - il punto critico principale riguarda il cambiamento della struttura del Pronto Soccorso che subisce un declassamento a struttura semplice della medicina di Cittiglio, di "dignità inferiore" rispetto ai PS di Luino e Cittiglio. Questo comporta perdita di autonomia con scomparsa di organico medico dedicato solo al PS (come attualmente) e con turni affidati anche ai chirurghi di Cittiglio».

«Ci si chiede allora - prosegue Allea - con quale personale verrà organizzato tutto ciò, visto che di nuove assunzioni non si parla in tutto il POAS. Siamo alle solite. La nuova organizzazione esiste solo sulla carta e tutto verrà a gravare sulle spalle del personale già in organico. Del ripristino delle attività esistenti (reparti e ambulatori) in ospedale prima del passaggio alla ASST Sette Laghi, elencate nel documento presentato alla direzione da parte dei Sindaci del Piano di Zona, nessuna notizia. Ad Angera resterà il polo geriatrico e per malati subacuti ma questa struttura, con l'organizzazione oggi esistente, potrà svolgere una funzione di poco superiore ad una normale RSA».

«Questa è purtroppo la cruda realtà - conclude il gruppo - e le promesse fatte dai politici come il consigliere Monti e dai dirigenti aziendali riguardo al rilancio dell'ospedale? Bisogna pretendere per l'ospedale un futuro più dignitoso e al passo con i tempi. In conclusione, un fatto specifico: per il pensionamento dell’ultimo cardiologo dovremo condividere anche il servizio di Cardiologia con Cittiglio?». 

Matteo Fontana


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore