/ Varese

Varese | 18 giugno 2021, 11:21

La prima sagra post Covid è quella delle ciliegie. Domenica le bancarelle in via Sacco

Dopo lo stop dello scorso anno, la tradizione si rinnova con una nuova location: «La Festa delle ciliegie è un vero simbolo della ripartenza»

La prima sagra post Covid è quella delle ciliegie. Domenica le bancarelle in via Sacco

Nuova edizione post Covid della Festa delle Ciliegie. La sagra entrata nella tradizione varesina, che lo scorso anno per la prima volta è saltata per le restrizioni legate alla pandemia, si terrà domenica 20 giugno in via Sacco e non più in via Dandolo.

La manifestazione è organizzata da Fiva Confcommercio Ascom Varese, con il patrocinio del Comune e la collaborazione del Comitato negozianti di via Sacco, che avranno anche loro la possibilità di esporre all’aperto. «Sarà un evento memorabile – ha detto Rodolfo Calzavara, presidente Fiva Confcommercio Varese – La categoria ne aveva proprio bisogno, dopo un periodo in cui i commercianti fieristi non lavoravano insieme sul territorio».

Un evento, ma anche un simbolo, quello della ripartenza. «La Festa delle Ciliegie è il primo evento di richiamo dall’ingresso in zona bianca, un vero simbolo della ripartenza di Varese – ha sottolineato l’assessora alle Attività produttive Ivana Perusin – E’ anche la testimonianza del come fare sistema tra le attività sia un metodo vincente».

Non ci saranno particolari regole da seguire per l’accesso alla via Sacco. Gli espositori, una quarantina, saranno presenti dal primo mattino fino alle 19. «Oltre alle ciliegie, dai duroni di Marostica a quelle ferrovia, saranno presenti banchi alimentari e non», ha aggiunto Maurizio Bernasconi, organizzatore della sagra.

La via Sacco sarà chiaramente chiusa al traffico ma si potrà parcheggiare comodamente nel parcheggio di via Verdi, all’interno dei Giardini Estensi, o nel nuovo multipiano di via Sempione.

Valentina Fumagalli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore