/ Economia

Economia | 16 giugno 2021, 18:54

Leonardo replica ai sindacati sullo sciopero di domani: «Il premio di risultato è un'erogazione variabile»

L'azienda prende posizione in vista dell'agitazione di 4 ore indetta dalle Rsu per il 17 giugno anche nei siti della provincia di Varese: «La consuntivazione del premio riflette l'andamento dei risultati del 2020, ma fa comunque salva la percentuale di premio legata agli obiettivi locali»

Leonardo replica ai sindacati sullo sciopero di domani: «Il premio di risultato è un'erogazione variabile»

 

Leonardo, in una nota, replica ai sindacati che hanno indetto per domani, 17 giugno, uno sciopero di 4 ore in tutti i siti del gruppo, compresi ovviamente quelli in provincia di Varese, legato alla protesta sui premi di risultato (LEGGI QUI):

«Il Premio di Risultato - scrive Leonardo nella nota - definito nelle aziende che hanno una contrattazione aziendale integrativa del CCNL di settore, è un’erogazione variabile aggiuntiva alla retribuzione ordinaria dei lavoratori normalmente definita in funzione dei risultati economico-finanziari e del livello di raggiungimento degli obiettivi industriali, dell’anno precedente. In Leonardo, a luglio di ogni anno si procede alla erogazione degli importi economici, sulla base della consuntivazione dei risultati relativi all’andamento dell’esercizio precedente».

«Per Leonardo - prosegue il comunicato dell'azienda - come per tutto il settore industriale, il 2020 è stato un anno di straordinaria emergenza legata al Covid-19, nel quale l’azienda, in un percorso di costante dialogo con le Organizzazioni Sindacali, ha rinunciato al ricorso ad ammortizzatori sociali, evitato qualsiasi riduzione di reddito in capo ai lavoratori e gestito con iniziative solidali la contrazione temporanea dei carichi di lavoro negli stabilimenti del Gruppo più impattati dall’emergenza pandemica. In questo scenario la consuntivazione del Premio riflette l’andamento dei risultati economico-finanziari, impattati nel 2020 dagli effetti della pandemia globale, ma fa comunque salva la percentuale di premio legata al raggiungimento degli obiettivi locali».

«Attualmente - conclude la nota - è in corso in tutti i Siti produttivi il processo di comunicazione dei valori economici consuntivati. Si segnala, infine, che a fine maggio è stato rinnovato l’Accordo Integrativo aziendale per il 2021-2022, che ha definito incrementi economici sia del valore teorico massimo del premio previsto per le varie Divisioni che di alcuni elementi fissi della retribuzione». 

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore