/ Varese

Varese | 18 maggio 2021, 16:49

«Ciro era l'amico di tutti, ha portato l'entusiasmo in politica»

Il ricordo commosso di Stefania Cipolat, amica e collega in Forza Italia. Lo ricorda anche Giacomo Cosentino: «Persona buona e padre affettuoso»

«Ciro era l'amico di tutti, ha portato l'entusiasmo in politica»

La notizia della scomparsa di Ciro Grassia, ex assessore al Bilancio di Palazzo Estense (leggi QUI) ha raggiunto tutti gli amici e i colleghi che lo hanno sostenuto nei 90 giorni di ricovero, durante i quali Ciro ha lottato, stretto alla vita, contro il Covid.

«Lo conosco da vent'anni, da quando sono entrata in Forza Italia e lui era il responsabile del gruppo dei giovani - ricorda Stefania Cipolat - Ci ha conquistati con il suo entusiasmo e la grande capacità di comunicare, facendoci avvicinare alla vita amministrativa con passione». 

Svestiti i panni formali da assessore, Grassia era uomo "di gazebo" «e portava avanti con fervore il movimento. Era amico di tutti e ce lo ha dimostrato il post che qualche giorno fa avevamo pubblicato per fargli gli auguri di compleanno. Noi amici sapevamo che lo avrebbero condiviso in molti e speravamo gli giungesse questo affetto e che potesse rendersi conto della forza che tutta la città gli stava mandando».

Accanto a Ciro per 90 giorni ci sono stati i suoi figli, Sveva, Emanuele, Carlo, Maria Vittoria «a cui ora va tutto il nostro affetto». «Un padre affettuoso e premuroso - lo ricorda anche Giacomo Cosentino che con Grassia ha condiviso gli  anni in consiglio comunale - Anche se a volte abbiamo discusso, c’è sempre stato rispetto reciproco, sia umano che politico. Era una persona buona che negli ultimi anni ha dovuto crescere da solo i suoi 4 figli perché aveva perso la moglie a causa di un cancro. Mi dispiace davvero tanto. Fai buon viaggio Ciro e riabbraccia tua moglie».



Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore