/ Politica

Politica | 04 maggio 2021, 19:25

Mozione per l’abolizione del coprifuoco, Cosentino: «Necessaria la revoca del coprifuoco e l’aumento dei controlli»

Il consiglio Regionale della Lombardia si è impegnato ad attivarsi affinchè il Governo elimini il coprifuoco e consenta, senza limiti di orario, la progressiva riapertura di tutte le attività

Mozione per l’abolizione del coprifuoco, Cosentino: «Necessaria la revoca del coprifuoco e l’aumento dei controlli»

Nella seduta del Consiglio Regionale della Lombardia é stata appena approvata la mozione per l'abolizione del coprifuoco dove si impegna la Regione ad attivarsi affinchè il Governo elimini il coprifuoco e consenta, senza limiti di orario, la progressiva riapertura di tutte le attività

La mozione è stata sottoscritta e votata dai gruppi di maggioranza tra cui consigliere Giacomo Cosentino (Capogruppo di Lombardia Ideale – Fontana Presidente) che è fra i promotori e sostenitori dell'iniziativa dell’aula e che dichiara: «Ci uniamo alle oltre 90 mila firme raccolte nella petizione on-line per l'abrogazione del limite orario imposto alle 22. La nostra prerogativa è dare voce alle categorie che ce lo chiedono e che ormai sono allo stremo. Salvando il lavoro risolleveremo le sorti del Paese. Non per questo ci dimentichiamo che preservare la salute è il nostro obiettivo principe. La campagna vaccinale lombarda sta procedendo a grandi passi. Presto il monitoraggio dei dati darà la conferma che la nostra richiesta è più che legittima».

«Dobbiamo e vogliamo essere vicini ai lavoratori – prosegue Cosentino – soprattutto a quei settori come turismo e ristorazione che più di altri sono penalizzati dal coprifuoco. Ho sempre pensato che essere seduti al ristorante rispettando le regole sia decisamente più sicuro che trovarsi in altri contesti e situazioni che invece vediamo quotidianamente. Non è un liberi tutti, non è propaganda. Io ho sottoscritto questa mozione perché visto che le categorie più fragili sono quasi tutte vaccinate (e che in buona parte erano quelle che causavano emergenza), visto che le cure con anticorpi monoclonali stanno avendo ottimi risultati, bisogna anche tutelare il diritto al lavoro e alla libertà di movimento a patto di avere un sistema serio di controlli, che partano anche dai sindaci».

Conclude Cosentino«Io penso che il coprifuoco sia dannoso soprattutto per il turismo, preziose prenotazioni stanno lasciando l’Italia e anche il settore della ristorazione continua a subire danni importanti. Il mantenimento del coprifuoco dalle 22 mi sembra una scorciatoia per evitare di dispiegare seri ed organizzati controlli».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore