/ Territorio

Territorio | 16 aprile 2021, 09:28

Compleanno speciale a Besozzo: compie 100 anni Rosa Aries, la storica direttrice della posta che ha sconfitto anche il Covid

Un traguardo davvero speciale per nonna Rosa che è nata e ha sempre vissuto in località Beverina e da qualche tempo è ospite della casa di riposo Ronzoni. Per una vita ha diretto l'ufficio postale di Besozzo superiore: «Aiutava sempre le persone che non sapevano leggere e scrivere»

Rosa Aries

Rosa Aries

Compleanno davvero speciale oggi a Besozzo, dove la signora Rosa Aries raggiunge il secolo di vita, festeggiata dai famigliari e dalla casa di riposo Ronzoni, dove è ospite da qualche tempo. 

Una vita semplice ma intensa, fatta di famiglia e lavoro per nonna Rosa, una besozzese doc, nata e vissuta sempre in località Beverina. La signora Aries è nata infatti il 16 aprile 1921 proprio alla Motta di Beverina, nel Comune di Besozzo, da Maria Franzetti e Zaverio Aries detto Pinet; è l’ultima sopravvissuta di quattro fratelli. Sua sorella Gina, detta Gina della Cappella, è morta ultracentenaria e ha gestito per anni l’osteria della Motta. Il padre faceva il falegname nella cartiera del paese, la madre si occupava della fattoria.

Nonna Rosa molto conosciuta ovviamente in paese, ha vissuto sempre a Beverina,  anche da sposata, spostandosi solo di un centinaio di metri dalla sua casa. Ha studiato a Besozzo ed è stata per una vita direttrice dell’ufficio postale di Besozzo Superiore. Un incarico di responsabilità e di grande importanza, perché allora la posta assolveva a funzioni sociali importanti: anche la mattina di Natale Rosa doveva andare in posta perché lì c’era il telegrafo. «Tante volte - ricordano i famigliari - le è stato chiesto di leggere ad alta voce lettere e scriverne sotto dettatura perché erano molte le persone analfabete».

Ha coltivato insieme al marito la passione per l’opera lirica e ricorda ancora a memoria tante arie famose. Rosa ha attraversato cento anni di storia italiana senza mai spostarsi dal suo paese, ha visto la guerra, il boom economico, ha conosciuto la pandemia, si è ammalata ed è guarita. Il marito, i nipoti e i pronipoti le augurano un felice compleanno. 

Alla signora Rosa Aries gli auguri anche da parte di tutta la "famiglia" di VareseNoi. 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore