/ Basket

Basket | 07 aprile 2021, 17:09

«La forza di Bulleri? Tenere la barra dritta. Varese deve tanto a Caja ma anche Attilio deve tanto a Varese» (VIDEO)

Riviviamo l'ultima puntata di #Backstage con le emozionanti parole di Max Ferraiuolo, team manager della Pallacanestro Varese, dopo l'impresa del Forum, e quelle di Pierpaolo Frattini, dg della Canottieri Varese che sta lottando per battere anche il vento in vista degli Europei della Schiranna

«La forza di Bulleri? Tenere la barra dritta. Varese deve tanto a Caja ma anche Attilio deve tanto a Varese» (VIDEO)

E' stata una puntata ricca di emozioni e anche di fatica quella che #Backstage ha dedicato ieri al grande sport varesino: riviviamola assieme (sotto il video). Max Ferraiuolo, team manager della Pallacanestro Varese, è tornato sull'impresa del Forum e ha guardato al futuro, in particolare al confronto con Caja di domenica prossima a Reggio Emilia, mentre il direttore generale della Canottieri Varese, Pierpaolo Frattini, ci ha raccontato in diretta gli aggiornamenti sul rinvio a giovedì mattina delle gare di qualificazione olimpica alla Schiranna a causa del forte vento. Fabio Gandini, invece, stavolta ha risposto da ospite alle domande di Andrea Confalonieri e ha poi "stuzzicato" Ferraiuolo su presente e futuro del club biancorosso.

«Diamo un briciolo di normalità - ha detto Frattini dell'evento remiero alla Schiranna - se non ci fossero mascherine, gel e imprese di pulizie ovunque potrebbe sembrare di essere tornati alla vita di sempre. Ringrazio i volontari che lavorano dalle 6 di mattina alle 8 di sera, tanti hanno preso anche ferie dal lavoro e questo aspetto umano ci ripaga di tutti gli sforzi. Cosa resterà a centinaia di atleti e staff stranieri di Varese? La bellezza della Schiranna e del territorio, tutti non vedono l'ora di tornare. Tanti mi dicono con una battuta: "Peccato non fare un giro in centro a mangiare una pizza"».

«Al di là di come è finita - ha detto invece Ferraiuolo a proposito del prossimo rendez-vous di Reggio Emilia con il passato - Varese deve essere grata a Caja e Caja deve fare altrettanto con Varese. Non sarà una partita come le altre, né per noi, né per lui che è stato una fetta importante della storia degli ultimi anni. Tutti noi gli dobbiamo grandissima gratitudine ma penso che anche Attilio debba comunque tanto a Varese, da quando arrivò per la prima volta a Varese in un momento difficile della sua carriera. Il grande lavoro di tutto il suo staff gli ha permesso di lavorare al meglio alle sue condizioni, vincendo anche il titolo di coach dell'anno». 

Davanti all'entrata decisiva di Ruzzier al Forum, Max ha detto: «Io avevo due armi, il tiro da tre e le entrate in cui davo grande parabola al tiro per ovvie ragioni, viste le mie dimensioni. Il tiro di Michele era uno di quelli che avevo nel mio repertorio, con quella parabola così accentuata. Lui ha sofferto all'inizio, ha avuto il Covid in maniera pesante, ha lavorato, non ha mai mollato di testa: questo e la grande pazienza avuta da Bulleri lo hanno ripagato di tutto».

Alla domanda se, da tifoso della Pallacanestro Varese, ci fosse spazio "sul carro" anche per tifosi o giornalisti che criticavano dopo le molte sconfitte all'ultimo posto, Max ha risposto che «sul carro della Pallacanestro Varese devono poter salire sempre tutti. Partendo dai 6 anni del minibasket, sono al 36° anno in questo club. E' giusto che i tifosi siano legittimati in certi momenti a criticare l'operato nostro perché poi è troppo bello vedere quei 5 mila che riempiono il palazzetto, trascinando la squadra e loro stessi. Lì dimentichi davvero tutto: il nostro carro è grande e aperto a tutti, speriamo vada ben spedito verso la salvezza».

La forza di Bulleri, secondo Max, è stata questa: «Nei momenti peggiori, compresi infortuni e Covid, è sempre andato dritto per la sua strada, credendo nelle cose che faceva e dando sempre l'idea di aver ben chiaro dove voleva arrivare. Ha tenuto la barra dritta».

Riguarda qui la puntata numero 26 di Backstage.

Redazione


Vuoi rimanere informato sulla Pallacanestro Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo PALLACANESTRO VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP PALLACANESTRO VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore