/ Eventi

Eventi | 24 marzo 2021, 12:00

Varese incontra l'Africa grazie a Ubuntu Festival delle culture africane

Da sabato 27 marzo, l'associazione varesina ci aspetta per il primo di quattro incontri dedicati a vari temi, dall'impatto della pandemia alla condizione delle donne nel continente africano, per «entrare in contatto con la realtà, le persone e le condizioni in cui vivono»

Varese incontra l'Africa grazie a Ubuntu Festival delle culture africane

Ubuntu Festival delle culture africane presenta “Ubuntu Festival Digital Edition - Varese chiama Africa”, un ciclo di incontri online a partire dal 27 marzo 2021.

Quattro appuntamenti ricchi di riflessioni, dalla gestione della pandemia nel continente alla condizione delle donne in Africa, con ospiti e professionisti in diretta dalla Tanzania.

Professori, medici, responsabili delle associazioni e studenti si troveranno per dialogare insieme nella suggestiva location del Museo Castiglioni di Varese, ora chiuso al pubblico – tutti gli incontri verranno trasmessi live sul canale YouTube di Ubuntu Festival delle culture africane.

Il primo evento, “Covid19: cosa succede in Africa? Cuamm e Apa
raccontano
, si svolgerà sabato 27 marzo alle ore 18.30: medici, rappresentanti di Africa Cuamm e di Apa Amici per l’Africa, onlus di soccorso Odonto-Stomatologico, racconteranno come l’Africa sta affrontando l'emergenza sanitaria legata all'epidemia da SARS-CoV2. Dal Museo Castiglioni, interverranno il dottor Dino Azzalin, Presidente di Apa, e la dottoressa Luisa Chiappa, Presidente di Cuamm – Varese. In collegamento dalla Tanzania, Sister dottoressa Antusa Francis, direttrice del Mikumi Hospital e il dottor Gaetano Azzimonti, project manager di Cuamm faranno scoprire come è stata gestita l’emergenza nel continente africano.

Obiettivo dell’incontro, come riportato dai presidenti di entrambe le associazioni: «Mostrare la realtà africana, le emergenze umanitarie che stanno affiorando e come la pandemia aggravi la povertà e si accanisca ancor più drammaticamente sui più deboli e vulnerabili».

Dalla sua prima edizione, Ubuntu Festival è un cantiere aperto di idee e proposte. «L’idea di realizzare online alcuni eventi del Festival ci è sembrata una soluzione naturale – dichiara Michele Todisco, organizzatore e promotore di Ubuntu Festival – senza trascurare il contatto con la realtà e le persone. Per questo abbiamo lavorato con le associazioni per avere collegamenti audio e video in diretta dalla Tanzania e da tutta Italia».

I prossimi appuntamenti saranno il 10 aprile, il 24 aprile e l'8 maggio, come riportato sulla locandina dell’evento (la trovate in basso, alla voce "files”).

Il ciclo di incontri è realizzato in collaborazione con le associazioni Cuamm, Apa, Yacouba, Asi, il corso di laurea Storia e Storie del Mondo Contemporaneo dell’Insubria e il Museo Castiglioni di Varese, con il contributo di Fondazione del Varesotto e con il patrocinio di Comune di Varese e Università degli Studi dell’Insubria.

Per maggiori dettagli sul Festival, potete consultare il sito dedicato https://ubuntufestivalafricavarese.wordpress.com e le pagine Facebook Ubuntu Festival Africa Varese Europa e Instagram @ubuntufestivalvarese

Files:
 Ubuntu Festival (1.5 MB)

Giulia Nicora

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore