/ Economia

Economia | 24 settembre 2020, 17:10

Come può valorizzare il proprio e-commerce una piccola azienda?

Sono sempre di più le persone che decidono di investire i propri risparmi nel settore online, visto che la tecnologia sembra essere un vero e proprio ‘salvagente’ per l’economia nostrana.

Come può valorizzare il proprio e-commerce una piccola azienda?

Sono sempre di più le persone che decidono di investire i propri risparmi nel settore online, visto che la tecnologia sembra essere un vero e proprio ‘salvagente’ per l'economia nostrana. Ebbene sì, se qualche anno fa (durante il passaggio dall'analogico al digitale) investire tempo e denaro nel web poteva sembrare un azzardo, adesso è diventato quasi una consuetudine. Nello specifico, gli e-commerce sono riusciti a customizzare le richieste degli acquirenti, velocizzando anche come spedire tramite il web. Da Amazon alle aziende più piccole…tutti operano con questi due obiettivi.

Se il cliente trova quello che vuole e lo riceve in pochissimo tempo, molto probabilmente tornerà ad acquistare.

Certo, non è semplice guadagnare molto e subito, ma con dei piccoli accorgimenti vedrete che anche se siete una realtà di piccole dimensioni, potete portate a casa delle belle soddisfazioni. Ovviamente, specialmente all'inizio, bisogna giocare d’astuzia per richiamare l’attenzione dei clienti di un competitor e spingerli ad acquistare da voi.

Occorre trovare quel valore aggiunto che fa la differenza. Quando parliamo di valore aggiunto non facciamo riferimento alla quantità dei prodotti presenti sul sito internet, oppure a prodotti di marche blasonate…ma alla velocità di consegna.

Attualmente viviamo in una società con dei ritmi frenetici: tra lavoro e amici è sempre minore il tempo da dedicare agli acquisti in un magazzino fisico. E quindi, le persone cercano tutto e subito dai siti online, veri e propri porti sicuri!

Come velocizzare la consegna dei pacchi?

Come dicevamo, un surplus che potete offrire ai vostri clienti è la rapidità legata all'arrivo degli ordini. Vera e propria ‘molla’ che vi consentirà di guadagnarvi la loro fiducia.

Quindi, per prima cosa prestate molta attenzione agli imballaggi dei prodotti che spedite: assicuratevi sempre che siano chiusi correttamente. Inoltre, se presenti, eliminate eventuali etichette, codici a barre, ecc. Spesso succede che utilizzando pacchi riciclati, possano rimanere attaccati e quindi la spedizione di conseguenza viene restituita al mittente.

Altro passaggio fondamentale è leggere con attenzione tutte le direttive della società di spedizione, in modo da non avere sorprese indesiderate.

Ma quando si opta per una spedizione celere, ovviamente i costi lievitano e quindi una piccola azienda potrebbe andare in affanno. Diventa utile, allora, scegliere la tipologia di spedizione adeguata al tipo di ordine.

Tipologie di spedizione

La spedizione veloce è una carta che dovete giocarvi e che nella maggior parte dei casi è quasi obbligatoria possedere. Ma non per forza tutti i clienti avranno urgenza di ricevere il prodotto scelto, quindi in quei casi non vi conviene pagare di più, per un servizio non richiesto.

Vediamo insieme i diversi tipi di spedizione:

Servizio espresso: scegliendo questa soluzione in sole 24/48 ore è possibile effettuare consegne. Se il cliente sceglie la spedizione veloce, questa è quella più indicata.

Spedizione standard: i giorni di spedizione si allungano, ma il prezzo cala drasticamente. È indicata per i clienti che non hanno fretta di ricevere il pacco.

Trasporto merci: per oggetti che presentano grosse dimensioni, o per grosse quantità, questa è la più idonea.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore