/ Cronaca

Cronaca | 11 agosto 2020, 17:32

Varese, aggredisce i carabinieri con calci e pugni: immobilizzato con lo spray al peperoncino

Momenti di tensione in via Val Venosta, dove una donna ha chiamato il 112 segnalando un litigio con il fidanzato. L'uomo, trentottenne extracomunitario, è stato arrestato

Varese, aggredisce i carabinieri con calci e pugni: immobilizzato con lo spray al peperoncino

Serata movimentata quella di ieri in via Val Venosta a Varese. Qui i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Varese hanno arrestato in flagranza di reato un trentottenne extracomunitario con l'accusa di resistenza a un pubblico ufficiale.

Tutto è iniziato quando la pattuglia dei militari dell’Arma ha risposto a una richiesta di aiuto arrivata al 112. Una donna, compagna dell'uomo finito in manette, ha segnalato una lite in corso. Una volta sul posto, i carabinieri hanno sottoposto l'esagitato, che si trovava verosimilmente in stato di alterazione psicofisica conseguente all’abuso di bevande alcoliche.

Alla vista dei carabinieri il 38enne è andato ulteriormente in escandescenze, aggredendo i militari con calci e pugni. Per renderlo inoffensivo i carabinieri sono stati costretti a ricorrere all’uso dello spray al peperoncino. Durante le concitate fase nessun militare è rimasto ferito. L'uomo è stato quindi condotto nella camera di sicurezza della caserma di via Saffi in attesa dell'udienza di convalida.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore