/ Territorio

Territorio | 13 luglio 2020, 11:38

Germignaga, le spiagge invase dai rifiuti la domenica sera

Bottiglie, lattine, asciugamani, resti di cibo, persino asciugamani e i resti di una biscia ammazzata a sassate: è quanto si può ritrovare a fine week end alla Puncia o alle Fontanelle, due gioielli affacciati sul lago Maggiore deturpati dagli incivili.

Germignaga, le spiagge invase dai rifiuti la domenica sera

Più che una spiaggia un campo di battaglia, la tempesta dopo la quiete di una domenica trascorsa in riva al lago Maggiore.

E' lo scenario desolante che si trova la domenica sera, alla fine di un bel week end estivo alle spiagge della Puscia e alle Fontanelle di Germignaga e che hanno indotto l'assessore all'Ecologia del Comune Giovanni Corbellini ad amare e dure considerazioni "in riva al lago" espresse sui social, davanti allo "spettacolo" dei rifiuti di ogni genere abbandonati in riva al lago, immortalato con delle foto quanto mai eloquenti dallo stesso assessore.  

«Se pensiamo che l'ambiente che ci circonda è la casa di tutti noi il giudizio da trarre è del tutto negativo - sottolinea Corbellini - faccio il bagno alla Puncia da decenni, ma mai la spiaggia si è presentata in condizioni così pietose per la mole di rifiuti abbandonati come bottiglie, bottigliette, lattine, involucri, asciugamani».

«Poco cambia poco più a nord, al Parco delle Fontanelle, che la domenica sera presenta l’ aspetto di una strada percorsa da un mezzo della raccolta rifiuti che abbia disperso il carico - prosegue Corbellini - Ma dove sarà mai il problema a riportare a casa, svuotato del contenuto, ciò che si è portato con il contenuto che lo appesantiva? Qualcuno poi si deve anche essersi sentito eroe ammazzando a sassate un innocuo biacco che da tempo frequentava la spiaggia a caccia di topolini. Un po' per volta farò qualche sacco da portare in discarica, ma questo non risolverà certo il problema: che delusione e che vergogna». 

M. Fon.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore