/ Cronaca

Cronaca | 01 aprile 2024, 08:08

FOTO. Maltempo e forti raffiche di vento nel Varesotto: oltre 70 chiamate ai vigili del fuoco. Tre persone sfollate a Leggiuno. Smottamenti nel Luinese

Ancora numerosi interventi dei vigili del fuoco sul nostro territorio: le folate nella notte hanno provocato danni e cadute di piante. A Laveno messa in sicurezza una barca che stava affondando. Cresce il livello del lago di Varese e del lago Maggiore. Ma da domani tornano sole e temperature miti

I vigili del fuoco in azione nel Luinese

I vigili del fuoco in azione nel Luinese

Ancora una notte di maltempo nel Varesotto. La pioggia caduta abbondantemente e le raffiche di vento hanno provocato ancora danni sul nostro territorio, dove si segnalano alberi abbattuti dalle folate, allagamenti e piccoli smottamenti. Dalla mezzanotte alla mattinata di oggi sono oltre 70 le richieste di soccorso pervenute al centralino dei vigili del fuoco. 

Colpita in particolare la zona dell'alto Varesotto. Nella notte infatti i vigili del fuoco del Distaccamento di Luino sono stati impegnati per una decina di interventi per taglio di piante cadute su strade e frane. In particolare le squadre hanno operato nei comuni di Luino, Mesenzana, Dumenza, Orino, Cuvio e Montegrino. Nel comune di Leggiuno, a titolo precauzionale, sono state evacuate tre famiglie a causa dell'ingrossamento di un corso d'acqua.

A Varese le raffiche di vento hanno sfiorato nella notte i 50 chilometri orari, accompagnate da pioggia battente: intorno alle 11 di questa mattina via Caracciolo a Masnago è stata chiusa in direzione Casciago per consentire i lavori di messa in sicurezza sul tetto di un condominio da parte dei vigili del fuoco, sul posto con l'autoscala.

Dopo gli ultimi giorni di precipitazioni, secondo quanto riportano le centraline del Centro Geofisico Prealpino, è salito anche il livello dei laghi: quello di Varese ha raggiunto i 238.93 sul livello del mare, tredici centimetri in più rispetto a venerdì scorso e circa 70 centimetri in più rispetto allo zero idrometrico. Sale anche il lago Maggiore, che questa mattina ha raggiunto il livello di piena ordinaria.

Ieri, lo ricordiamo, il maltempo aveva fatto sentire i suoi effetti con decine di chiamate ai vigili del fuoco per allagamenti e taglio piante. In particolare a Gavirate nella tarda serata di sabato si era aperta una voragine profonda sei metri a ridosso di un'abitazione di via Rovera, costringendo tre persone a evacuare (leggi QUI). Nel pomeriggio di ieri invece a Leggiuno è esondato il torrente Viganella, le cui acque hanno invaso il cantiere del viadotto della ferrovia (leggi QUI). Nella serata di ieri, invece, i vigili del fuoco sono intervenuti al porto di Laveno per mettere in sicurezza un'imbarcazione che stava affondando.

La pioggia ha comunque le ore contate. Le previsioni del Centro Geofisico Prealpino annunciano il ritorno del sole e di temperature primaverili a partire da domani: nel pomeriggio di oggi infatti il tempo sarà asciutto, con solo isolati rovesci e vento sostenuto. Martedì invece ritorna il sole, con temperature massime fino a 18/20 gradi, anche se persisterà il vento. Condizioni primaverili sono annunciate almeno fino a giovedì.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore