/ Hockey

Hockey | 15 settembre 2023, 20:46

Pucci: «A Varese oggi tutti parlano di hockey, questa è la nostra Supercoppa. Ragazzi, guardate quei 200 varesini e pensate che ve li siete meritati»

Amico da sempre dei Mastini con il suo centro Beccaria, Claudio Pucci sarà presente a Cortina: «Togliamoci di dosso il paragone con gli anni Ottanta e Novanta. L'hockey del passato è passato e il presente è troppo bello per voltarsi indietro. La partita? Partirei forte per mettere pressione al Cortina. Se vinciamo, sarà una grandissima impresa. Se perdiamo, avremo comunque fatto qualcosa di enorme portando tutta quella gente sulle Dolomiti»

Claudio Pucci e Rocco Perla, tra portieri ci si intende

Claudio Pucci e Rocco Perla, tra portieri ci si intende

«Oltre 200 varesini lassù, a 5 ore da Varese dopo un lungo viaggio in pullman o in auto, rappresentano un risultato eccezionale perché a Cortina arriveranno spinte dalla passione, e questa passione è stata accesa da un gruppo di ragazzi in maglia giallonera e dalla dirigenza, con l'aiuto del rinnovato palaghiaccio» dice Claudio Pucci che farà parte di questa onda varesina così come ha fatto parte, sempre, dello zoccolo duro giallonero e degli amici del club con il suo Centro Polispecialistico Beccaria.

Pucci, a cui a volte piace aprire strade apparentemente chiuse, di fronte «a tutta questa gente al seguito dei Mastini», pensa che sia ora di smetterla di fare paragoni tra il presente e il passato («È superfluo e stucchevole, quello della Federation Cup o degli scudetti era un altro hockey. Che non tornerà più, così come il calcio del passato»): «Questi ragazzi hanno aperto un nuovo corso, anche grazie al palaghiaccio, un punto di svolta per noi. Scrolliamoci di dosso i paragoni, anche perché magari, tra qualche anno, saranno i Mastini del futuro a essere paragonati alla squadra di oggi. E qualcuno forse dirà: "Ti ricordi quando Perla segnò in finale?"».

«Facile a dirsi ma credo che in questo caso il trucco per raggiungere risultati sia giocare con la consapevolezza di non avere nulla da perdere» dice Pucci che non può né deve levarsi la mentalità da giocatore. «Magari le finali in casa di Coppa e gara 7 per il titolo un po' di pressione la mettevano su di noi - spiega - Stavolta è sul Cortina e per noi è già bello esserci. Se vinciamo, facciamo una grandissima impresa. Se perdiamo, abbiamo comunque fatto qualcosa di memorabile: portare 200 persone a Cortina non è da tutte le piazze».

Con Pucci proviamo a immaginarci la sfida ai campioni d'Italia. «Abbiamo cambiato coach e 10 giocatori ma, secondo me, all'Olimpico partiremo forte. L'anno scorso il primo tempo non ha mai fatto la differenza, poi i Mastini uscivano alla distanza. Stavolta credo che spingeranno dall'inizio, mettendo pressione agli ampezzani e facendo capire che non siamo venuti a fare una passeggiata di salute ma a giocarcela. Ritengo che la squadra si sia rinforzata con più peso offensivo grazie a Gibbons, già protagonista e capace di fare la differenza a questo livello, e sia più forte come organizzazione difensiva».

Da portiere a portiere, Pucci finisce sempre con uno sguardo verso la gabbia giallonera: «È chiaro che la prestazione del portiere sarà determinante. Sotto pressione Perla gioca meglio, mi aspetto che lo dimostri anche stavolta».

Per finire, riecco il presente bussare alla porta: «Per quello che è l'hockey di oggi, questi ragazzi hanno già raggiunto quello che dovevano raggiungere. Queste 200  persone, ma non mi stupirei se fossero di più, sono il giusto premio e la ricompensa per quello che hanno fatto. A Varese in tanti, insospettabili, mi fermano e mi parlano dei Mastini. Siamo diventati tutti esperti di hockey... È troppo bello vivere il presente per guardare indietro».

A.C.


Vuoi rimanere informato sui Mastini Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo MASTINI VARESE
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP MASTINI VARESE sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore