/ Territorio

Territorio | 21 aprile 2023, 07:29

Crolla un muro a Malnate, chiusa via Rimembranze e traffico in tilt

Il maltempo di queste ore ha causato il cedimento strutturale: sul posto Protezione Civile e vigili del fuoco. Traffico deviato verso l'ex Briantea o via Provinciale per chi deve raggiungere Varese: per coloro che devono andare verso la Svizzera consigliata via 1° Maggio

Crolla un muro a Malnate, chiusa via Rimembranze e traffico in tilt

Il maltempo di queste ore e di questa notte in particolare ha provocato a Malnate il cedimento di un muro che è franato su via Rimembranze che è stata chiusa al traffico attorno alle 6 di stamattina. 

«Per Varese si consiglia di transitare da via Varese (ex Briantea direzione Folla) oppure verso via Provinciale 3  (direzione Fontanelle). Per la Svizzera si ricorda la possibilità di transitare da via I Maggio» affermano la Protezione Civile e la sindaca Irene Bellifemine. 

«Queste situazioni sottolinea l'importanza di creare percorsi alternativi sovra comunali - sottolinea la prima cittadina - quando una delle strade di percorrenza verso Varese e la Svizzera si interrompono per cause di forza maggiore come questa (con il coinvolgimento di aree private o pubbliche o miste), il traffico confluisce sulle stradi rimanenti creando ingorghi e code più lunghe del solito».

«Ricordo che da Malnate transitano mediamente 25.000 veicoli al giorno, ciò significa che in alcuni giorni transitano oltre i 30.000 veicoli di cui 10.000 circa veicoli pesanti con possibile carico pericoloso» prosegue Bellifemine. 

«L'estate scorsa l'autocombustione di un camion ha paralizzato il traffico e fortunatamente l'incidente è avvenuto in area fuori dall'abitato ma molto vicino ad un distributore di benzina, cosa sarebbe potuto capitare se fosse avvenuto in centro a Malnate?? Non è accettabile non avere una strada a lunga percorrenza extra comunale ad alto scorrimento. Stessa situazione per Vedano» continua la sindaca. 

«Oggi era già programmato un incontro con Regione Lombardia e sono sicura che capiranno la gravità della situazione e l'urgenza di prendere decisioni in merito» prosegue Bellifemine.

«Amo la mia città, amo il mio territorio e il centro storico (che va tutelato), dopo tutto quello che abbiamo passato per il muro di via Varese, comprese le minacce personali, sono disposta a bussare tutte le porte e andare anche dal Ministero direttamente, ora io e il sindaco di Vedano Olona Cristiano Citterio abbiamo anche la Provincia e la Camera di Commercio dalla nostra parte e non ci fermeremo. Spero che anche la minoranza si unisca a noi e spinga per il Peduncolo o qualsiasi altra soluzione la Regione o Ministero vogliamo mettere in campo, per il bene dei nostri cittadini, la sicurezza e l'incolumità di tutti» conclude la sindaca di Malnate 

M. Fon.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore