/ Scuola

Scuola | 20 aprile 2023, 16:22

25 Aprile. Alle scuole di Castiglione Olona la visita di Emanuele Fiano con il segretario della Uil Lombardia Vizza

«I ragazzi hanno in mano il loro futuro. Devono costruire ogni giorno presidi di democrazia nel ricordo di chi ha dato la vita per la nostra libertà» ha sottolineano il leader regionale della Uil che risiede proprio a Castiglione

Emanuele Fiano ed Enrico Vizza

Emanuele Fiano ed Enrico Vizza

E’ un’anticipazione speciale del 25 aprile a Castiglione Olona; lo è perché, nell’ambito delle iniziative promosse dall’ANPI locale, dalla Direzione Scolastica e patrocinate dall’amministrazione comunale per celebrare la Festa della Liberazione, i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Cardinal Branda Castiglioni hanno incontrato e dialogato stamattina con il segretario generale UIL Milano Lombardia Enrico Vizza, che nel borgo è cresciuto, ha studiato e vive, e con l'ex parlamentare Emanuele Fiano, figlio di Nedo. 

Perché Fiano, uomo politico da anni impegnato nel celebrare i valori della libertà e dell’antifascismo con uno sguardo ai racconti del padre Nedo Fiano deportato ad Auschwitz e unico superstite di tutta la famiglia, è la persona più adatta ad essere il vero testimone di quello che fu il regime e delle sofferenze a cui gli italiani furono costretti.

Emanuele “Lele” Fiano ha spiegato agli studenti l’importante significato dell’anniversario della Liberazione d’Italia con la fine dell’occupazione nazista e la caduta definitiva del regime fascista.

Vizza specifica come il 25 aprile non deve essere solo una festa da segnare in rosso sul calendario, ma deve rappresentare il simbolo della vera libertà, una libertà da vivere e celebrare ogni giorno.

«E’ un giorno di festa perché uomini, donne, giovani, partigiani e persone comuni hanno lottato per la libertà. Per la nostra libertà. Una libertà che abbiamo ereditato e di cui molto spesso non ci rendiamo conto, e che va difesa ogni giorno. Il nazismo e il regime fascista avevano eliminato la maggior parte delle libertà, anche quelle sindacali per la tutela dei diritti delle persone lavoratrici. Oggi questa celebrazione non deve a rappresentare un momento riflessione, ma anche di orgoglio e rivendicazione nel ricordo di chi ha lottato per essere liberi in un paese democratico. Ai ragazzi di Castiglione, come a tutti i ragazzi di Italia, dico che hanno in mano il loro futuro. E l’augurio, pertanto, è di non sprecarlo, ma di costruire ogni giorno presidi di democrazia e di diritti nel ricordo che tutte quelle persone che hanno perso la vita per questa libertà».

E anche Emanuele Fiano ricorda il valore della libertà come essenziale per la vita democratica.

«C’è un valore essenziale per cui noi celebriamo e difendiamo il 25 aprile di ogni anno, un valore che si chiama libertà. Già la mia generazione ancora di più i ragazzi che incontriamo oggi, non conoscevamo e non conoscono cosa voglia dire vivere senza libertà. Per capire cosa significhi vivere senza libertà bisogna raccontare ai ragazzi cosa fu la lotta partigiana, il sacrificio e il valore del coraggio di chi metteva la propria vita a rischio, sapendo che avrebbe potuto perdere la vita, di chi resisteva alle torture dei nazisti e dei fascisti. Spiegare ai ragazzi cosa significa interrompere la propria vita da civile o da militare per scegliere di difendere la libertà nel proprio Paese. Se noi riusciamo a tradurre la lezione della Resistenza partigiana in una cosa contemporanea per i ragazzi, spiegando che il male più terribile che attraversò l’Europa in quegli anni fu l’indifferenza, allora vorrà dire che abbiamo celebrato nel giusto modo il 25 aprile i suoi eroi e i suoi martiri».

C.S.


SPECIALE POLITICA
Vuoi rimanere informato sulle notizie di politica e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo POLITICA VARESENOI
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP POLITICA VARESENOI sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore