/ Calcio

Calcio | 16 aprile 2023, 17:35

VIDEO. Porro: «Ricordiamoci le lacrime dei giocatori della Caronnese dopo la retrocessione...»

Dopo la vittoria per 2-1 che sancisce l'addio dei rossoblù alla serie D e permette al Varese di agganciare il treno playout, il tecnico onora gli avversari e i Mastini dell'hockey: «Onore alla squadra di Moretti e ai gialloneri del nostro doc Mazzacane...»

VIDEO. Porro: «Ricordiamoci le lacrime dei giocatori della Caronnese dopo la retrocessione...»

«Mancano tre partite, una più decisiva dell'altra. Ma se noi stacchiamo i pensieri dall'emotività del risultato, fissandoli solo su tutto ciò che possiamo fare da qui alla fine per salvarci troveremo coraggio e sicurezza a livello mentale» dice Gianluca Porro dopo il 2-1 sul campo della Caronnese che, con questo risultato, è retrocessa e che permette al Varese di agganciare i playout per la prima volta dopo settimane (clicca QUI e QUI per le pagelle).

«Ci godiamo una continuità che inizia a esserci ma la strada è lunga - aggiunge il tecnico -  La Caronnese retrocede a testa alta: abbiamo davanti l'immagine di Austoni in lacrime rincuorato da Rossini e da altri suoi compagni. Fissiamola e portiamocela via: la strada per conquistare la salvezza è lunga, piena di sudore, pathos e lavoro. Anche perché anche noi, fino a oggi, eravamo retrocessi...»

«Vorrei dedicare un pensiero ai Mastini - va avanti Porro - la Varese sportiva ha conquistato una grande gioia. Il nostro dottore è Mazzacane, la vittoria è di tutti i Mastini e per tutti i Mastini».

Sulle difficoltà del primo tempo, il tecnico le spiega così: «A tre minuti dall'inizio si è fatto male Piraccini e Moretti ha cambiato sistema. Non avevamo preso le contromisure giuste, in più all'inizio sentivamo l'importanza della posta in palio. Siamo però stati bravi a restare nella gara. Onore alla Caronnese che ha dimostrato di essere una squadra e avere un'idea di gioco non comune in categoria (lo dice davanti a Moretti, seduto su una sedia in un angolo della stampa, con gli occhi lucidi, ndr)».

E proprio Simone Moretti, varesino e ottimo tecnico richiamato alla guida della Caronnese dopo che aveva iniziato il lavoro e poi sostituito, tocca commentare partita e retrocessione: «Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene. Ci siamo assunti dei rischi quando avevamo la palla. Ma terminare solo 0-0 dopo 45 minuti giocati così ci ha forse tolto un po' di energia. Per la prestazione meritavamo un premio diverso». 

Viene chiesto a Moretti se il Varese può salvarsi. Risposta: «Sì. Sentiva la partita e magari ha influito giocare sul campo dell'ultima e pensare che sia tutto facile, ma non è così e lo abbiamo visto. I biancorossi negli ultimi tempi hanno mostrato valori tecnici e soprattutto morali che li porteranno a raggiungere il massimo che potranno raggiungere».

Pietro Settimo, varesino classe 2005, ha segnato dopo l'ultima, ottima gara del Franco Ossola: «Gioia immensa segnare con la squadra della mia città. Facciamo molto bene da 3 gare, dovremo fare ancora meglio nelle ultime 3 battaglie».

Questo il video con le parole di Settimo e l'abbraccio squadra-tifosi a fine gara




A.C.


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore