/ Busto Arsizio

Busto Arsizio | 21 settembre 2022, 07:00

Talento e bellezza: ecco gli intrecci d’arte al “Belotti Pensa” di Busto

Il 23 settembre, alle ore 15, si inaugura l’esperienza artistica collettiva nata dalla collaborazione tra il Centro diurno disabili e la curatrice d’arte Maria Marchese. Sarà possibile visitare la mostra venerdì e sabato

Talento e bellezza: ecco gli intrecci d’arte al “Belotti Pensa” di Busto

Il 23 settembre, alle ore 15, al Centro diurno disabili “Belotti Pensa” (via Lega Lombarda), si inaugura l’esperienza artistica collettiva “Intrecci d’arte”.

Sarà possibile visitare la mostra dalle ore 15 alle 19 di venerdì e dalle ore 10.30 alle 18.30 di sabato 24 settembre.

La performance, che è alla sua seconda edizione, nasce dalla collaborazione tra il Centro diurno disabili gestito da Società Dolce e coordinato da Raffaella Ganzetti, con Angela Pinto, ex educatrice e volontaria, e la curatrice d’arte Maria Marchese ed è patrocinata dall’Amministrazione comunale.

Dopo i saluti dell’assessore all’Inclusione sociale, interverranno, tra gli altri, Pietro Segata, presidente di Società Dolce, la responsabile nazionale della formazione OINP Maby Kubiceck, Francesco Comelli, e Anna Lucchetta, rispettivamente, psichiatra e psicoanalista e giornalista, lo scenografo Antonio Morozzi, l’autore e attore teatrale Fabrizio Sapporiti, la coordinatrice Raffaella Ganzetti e la curatrice Maria Marchese.

Gli oltre 76 gli artisti presenti, tra i quali ragazzi e ragazze che frequentano il Belotti Pensa, tra loro molto eterogenei, ma nella loro diversità e a volte difficoltà, accomunati dalla sensibilità e dal talento.

Le opere degli ospiti del Belotti Pensa nascono tutte dal bisogno di rappresentarsi come persone, al pari degli artisti affermati, di lasciarsi guardare attraverso ciò che si è creato, per raccontarsi come individui capaci di talento e bellezza: “È stato un lavoro lungo, stimolante - racconta Ganzetti - con qualche momento di difficoltà, in cui gli operatori e i volontari che ci hanno accompagnati si sono messi in gioco a loro volta. Vi aspettiamo per accompagnarvi in un viaggio da fare con gli occhi, la fantasia e col cuore”.

Un evento non isolato, per la cooperativa, come spiega il presidente Pietro Segata: “Abbiamo partecipato ad Arte Fiera con workshop su arte e cooperazione e progettato e realizzato opere con artisti di fama internazionale, come Eugenio Tibaldi e Giuseppe Stampone. Crediamo che l’arte sia uno strumento formidabile per conoscersi e unire, per costruire autostima e benessere”.

Durante la giornata, si terrà una performance live del maestro Giuliano Ottaviani, accompagnato dal Duo VB.

Alle ore 18 si inaugura anche la personale dell’antiscultore bergamasco Silver Plachesi, “È tempo di te a Dalìce”, visitabile fino al 28 ottobre.

L’associazione Nuova Busto Musica accompagnerà i visitatori coi musicisti Cesare Bonfiglio e Elena Zoia, mentre il Centro danza Olgiate Olona si esibirà in una performance.

L’evento è stato realizzato grazie al contributo della cooperativa sociale Società Dolce, della residenza Marchese Houses, del progetto Cult&Culture, della libreria Cardano di Pavia, dell’associazione culturale internazionale Art’s Wings Forum, dell’artista e critica d’arte marocchina Khira Jalil.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore