/ 

| 25 dicembre 2021, 07:00

Ad Haiti un Natale misero. Ma i bambini ci donano la loro gioia. VIDEO

Si è dovuta annullare la festa, niente regali e grande pranzo alla Kay «in rispetto al dramma che la gente sta vivendo», dice suor Marcella Catozza. Acqua razionata, tensione, tanta miseria, eppure questo resta un luogo di speranza

Ad Haiti un Natale misero. Ma i bambini ci donano la loro gioia. VIDEO

C'era un giorno dell'anno in cui si poteva fare festa, tutti insieme. In cui si andava a messa, venivano servite pietanze prelibate e a volte nel lettino i bimbi trovavano anche dei doni. Era il Natale, anche ad Haiti.

Quest'anno, la Kay non vivrà una giornata simile. Anche la visita del nunzio apostolico, con la celebrazione della messa in comunità e i battesimi di 20 ragazzini disabili, è stata rimandata. Troppa tensione, troppo pericoloso. Drammaticamente nitida nella memoria l'irruzione dei banditi, dopo che già una donna aveva distrutto i simboli del Natale.

Allora si è sospeso tutto. «Non c'è clima per fare festa - sottolinea suor Marcella Catozza - Faremo due torte, cappellini, musica natalizia. Un Natale semplice e povero, perché si vuole rispettare il dramma umano che si sta vivendo qua. Stanno anche razionando l'acqua.... La gente qui ha fame». 

La missionaria bustocca ricorda quando era possibile acquistare giocattoli e caramelle da far ritrovare ai piccoli: «Neanche questo segno... Davvero la miseria è troppa. Questa è la realtà di Haiti. E questo sarà il nostro Natale: essenziale. Per me, Stefano, e Daniele che ci ha raggiunti vorrà dire veramente significato al Natale, fare un'ora di adorazione in più invece che la festa. Ripartire con speranza guardando questa terra, questo popolo che sembra senza speranza».

Il Signore che viene, la speranza che ri-accade. E la Kay, per quanto non vivrà quella festa tanto sognata da tutti, avrà la cosa più importante: «Sarà come uno spazio di bene che il Signore sta pensando per ognuno di noi».

Così arrivano i doni, ma sono per noi: sono i sorrisi dei bambini che festeggiano comunque, la loro gioia, i canti. Una ricchezza infinita che viene offerta proprio a noi.

GUARDA IL VIDEO

Marilena Lualdi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore