/ Cronaca

Cronaca | 05 dicembre 2021, 21:07

Violenza sessuale sul treno, fermati due uomini. La Procura: «Fatti di estrema gravità e allarme sociale»

Identificati dai carabinieri di Saronno durante un intervento in un'abitazione privata, sono un italiano e un marocchino i responsabili della violenza sessuale e della rapina in treno. Sono inoltre gravemente indiziati per quella in stazione

Violenza sessuale sul treno, fermati due uomini. La Procura: «Fatti di estrema gravità e allarme sociale»

E' ufficiale. Sono stati fermati due soggetti, uno italiano e uno di origine marocchina, quest’ultimo irregolare sul territorio nazionale, identificati quali responsabili della violenza sessuale di gruppo e contestuale rapina sul treno n. 12085 in danno di una giovane donna e gravemente indiziati di una violenza sessuale commessa pochi minuti dopo nella sala d’attesa della stazione Trenord di Venegono Inferiore ai danni di un’altra ragazza di 22 anni.

Le tempestive indagini - avviate in seguito alla denuncia delle vittime - da parte dalla Squadra Mobile di Varese, per il primo episodio, e dai Carabinieri della Compagnia di Saronno per il secondo episodio, coordinati dal Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Varese, hanno consentito in tempi brevi di ricostruire gli episodi di violenza nei dettagli e di raccogliere elementi utili all’identificazione degli autori, riconosciuti dai carabinieri in occasione di un intervento per altri fatti all’interno di un’abitazione privata la notte scorsa (segnalazione di un vicino disturbato da rumori e schiamazzi).

Lo ha reso noto la Procura della Repubblica di Varese che ha emesso Decreto di fermo di indiziato di delitto ai sensi dell’art. 384 c.p.p., definendoli «fatti di estrema gravità e allarme sociale».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore