/ Economia

Economia | 31 luglio 2021, 11:27

«Il futuro del "Sistema Varese" passa da competenze digitali, 5G e digitalizzazione della pubblica amministrazione»

Un giovane lettore interviene nel dibattito lanciato dal nostro giornale sul destino del sistema economico del nostro territorio: «Bisogna guardare agli errori commessi in passato ed essere artefici, anche a livello locale, del nostro domani. Non ho ancora capito cosa vogliono essere Varese e il Varesotto "da grandi"».

«Il futuro del "Sistema Varese" passa da competenze digitali, 5G e digitalizzazione della  pubblica amministrazione»

Fa discutere anche i nostri lettori e i giovani, il tema lanciato da VareseNoi sul futuro del Sistema Varese (LEGGI QUI) inteso soprattutto dal punto di vista economico e imprenditoriale, su cui ha detto la sua anche il presidente di Confartigianato Imprese Davide Galli. (LEGGI QUI).

A inviarci una sua riflessione è un giovane lettore del nostro giornale Giacomo Tamborini. «Credo che questo tema sia prioritario - afferma nella sua lettera il nostro lettore - ad ogni livello, politico, culturale, associativo e sociale nella sua accezione più ampia. Il nostro è un territorio unico, che è stato capace come pochi di coniugare tradizione e futuro, bellezza e progresso, magari con un po' di fatica, magari con qualche inciampo, ma ce l'ha fatta, almeno in passato. Il nostro è stato anche, e in parte è ancora, un territorio capace di dare lavoro e futuro a chi lo vive».

«Tutto questo - continua - sicuramente anche grazie a menti illuminate alla Borghi, giustamente citato da Galli, ma anche grazie a contesti storico-sociali non secondari. Viviamo in un'epoca, e non solo a causa della pandemia, segnata in parte da crisi ed incertezza (scrivo in parte perché se è vero che guardando unicamente al tema economico le prospettive ad oggi non sono esattamente rosee è altrettanto vero che rispetto al passato i nostri sono per tanti aspetti decenni felici, basti pensare al grado di alfabetizzazione, all'accesso alle cure ecc.), il mondo del lavoro è cambiato radicalmente e la globalizzazione ha acuito la competizione. Quale futuro, dunque, per il "sistema Varese"? Domanda valevole anche per il "sistema Italia", cui siamo strettamente e ovviamente legati».

«Forse, prima di tutto, bisognerebbe guardare al passato prossimo e agli errori commessi, se non da tutti da tanti, istituzioni, classe dirigente, imprese e parti sociali. Perché a questo punto, al rischio della serie B, in qualche modo si è arrivati. Si è arrivati, spesso, a colpi di burocrazia paralizzante. Altre volte, invece, per meri equilibri politici. Altre volte ancora a causa degli interessi di pochi. In qualche occasione anche per la poca decisione nelle scelte, da giovane, che guarda con speranza e fiducia al futuro, nonostante tutto, non ho ancora capito cosa vogliono essere Varese e il varesotto "da grandi"».

«Nei prossimi mesi/anni avremo una grande occasione, anche per Varese e il varesotto, quella legata ai fondi del piano Next Generation. Per non sprecare anche questa possibilità dovremo, prima di tutto, essere oggettivi e guardare ai nostri ritardi strutturali, fra questi un'arretratezza importante in termini di digitalizzazioni e modelli produttivi. Parlano da soli i dati Istat. Lo spunto che vorrei lanciare con questo scritto, è legato alla digitalizzazione; che non si pensi, però, che digitalizzazione significhi solo e-commerce, social e smart-working. Senza nulla togliere i temi su cui lavorare sono ben più complessi e di portata decisamente più ampia».

«Le direttrici principali basandosi su trend futuri e attuali punti deboli, sono tre: competenze digitali, 5G e digitalizzazione della PA. Questi tre punti, a livello locale, dipenderanno certamente dalle scelte nazionali ma saranno ancor più legati ai progetti e alle scelte intraprese dalle amministrazioni locali (soprattutto dalle tre grandi città del nostro territorio, Varese, Busto e Gallarate) e della imprese e/o reti d'imprese. Insomma, dovremo essere artefici, nel nostro piccolo, del nostro destino». 

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore