/ Varese

Varese | 19 luglio 2021, 18:00

Nidi comunali gratis, sostegni alle associazioni sportive e Tari ridotta per le imprese

Tre milioni di euro per famiglie, imprese e sport. Ecco le misure nel prossimo assestamento al Bilancio di previsione del Comune di Varese

Nidi comunali gratis, sostegni alle associazioni sportive e Tari ridotta per le imprese

Nidi comunali gratis per tutte le famiglie. Da settembre, chiunque abbia un figlio che frequenta un nido comunale di Varese non pagherà nulla. La Giunta ha infatti approvato una manovra straordinaria a sostegno di famiglie, imprese e sport. All'interno di questa iniziativa, quella dedicata alle famiglie con figli prevede la copertura al 100% delle rette per tutti gli iscritti ai nidi comunali. «Con la misura regionale nidi gratis – spiega l'assessore ai Servizi educativi Rossella Dimaggio – circa il 20% delle famiglie ottiene la gratuità. Un sostegno sicuramente molto utile e apprezzato dai genitori. L'iniziativa che abbiamo approvato andrà a coprire, con risorse comunali, le rette di tutti coloro che hanno i propri figli al nido comunale, un aiuto per le giovani famiglie e in particolare alle mamme che devono rientrare a lavoro dopo mesi così difficili».

Sono tre le tipologie di sostegni previsti da Palazzo Estense in questo difficile momento legato alla pandemia. Oltre alle famiglie con la gratuità dei nidi, ci sono le imprese e il mondo economico per i quali è prevista una forte riduzione sulla Tari di circa un milione e 400 mila euro. In sostanza per le attività economiche che più hanno risentito della crisi economica legata alla pandemia sarà azzerata per tutto l'anno la parte variabile della Tari, oltre ad una forte riduzione sulla parte fissa della tariffa. «A questa misura – prosegue la vicesindaca Ivana Perusin - si aggiungono poi la gratuità anche per il 2021 della Cosap per un valore di oltre un milione di euro e oltre 250 mila euro contenuti nel bando del distretto del commercio. Per un totale di sostegni alle imprese forniti dal Comune, tra il 2020 e il 2021, che si aggira a circa 4 milioni di euro».

L'altra iniziativa per il rilancio di Varese passa poi attraverso lo sport. Il Comune vuole sostenere tutte le associazioni sportive e le società che nell'ultimo anno e mezzo hanno subito in modo drastico gli effetti dell'emergenza sanitaria. Per questo nella manovra straordinaria approvata dalla Giunta è prevista la gratuità per chi usufruisce degli impianti sportivi. Chi organizza sport all'interno di questi spazi dunque non pagherà il canone per l'anno 2021 e l'intera stagione 2021/2022. Una misura di sostegno dal valore di circa 180 mila euro. Il Comune inoltre sosterrà le palestre private con una campagna di comunicazione sull'importanza dello sport mentre le società beneficeranno anche loro della significativa riduzione della Tari.

«Le associazioni sportive e le società svolgono un ruolo importantissimo per la città, le famiglie e i giovani – spiega l'assessore allo Sport Dino De Simone – per questo abbiamo deciso di stare vicino a tutte queste realtà perchè possano riprendere da subito ad offrire alla città grandi opportunità di praticare sport a tutti i livelli. Torniamo subito tutti a fare attività sportiva: questo il messaggio che vogliamo dare. Questi aiuti consentiranno alle storiche associazioni sportive della città di sopravvivere e proseguire le loro attività e allo stesso tempo, grazie a questa misura, i costi per gli utenti potranno rimanere ai livelli pre covid».

 «Abbiamo approvato una grande misura a sostegno di famiglie, imprese e sport – afferma il sindaco Davide Galimberti – oltre 3 milioni di euro in aiuti concreti per la ripartenza della città. Un modo stare al fianco di chi ha fatto più fatica in questo periodo e sostenere chi avrà un ruolo determinante nella ripresa della città».

«Nonostante non siano arrivate ancora le certezze di quanto arriverà ai comuni per la ripresa – spiega l'assessore al Bilancio Cristina Buzzetti - abbiamo voluto fare una scelta chiara: sostenere le famiglie, l'economia e il mondo sportivo. Come si può immaginare, nell'ultimo anno abbiamo dovuto fare i conti con diverse mancate entrate, ma grazie alle scelte fatte in passato sulla gestione del bilancio oggi possiamo sostenere queste misure straordinarie per la ripresa».

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore