/ Varese

Varese | 07 maggio 2021, 19:26

«Forza Vito»: tutta Varese lotta accanto al suo leone biancorosso

De Lorentiis, colpito da malore in campo a Cantello e ricoverato a Como in condizioni stabili anche se è presto per sciogliere la prognosi, riceve l'affetto di tantissime persone. La figlia Monica: «Papà non può non farcela con tutto questo amore». Gli ex compagni Ramella e Papini: «Vincerà lui, come sempre, e tornerà come sempre da noi»

«Forza Vito»: tutta Varese lotta accanto al suo leone biancorosso

«Mi state davvero commuovendo: grazie infinitamente, papà non può non farcela con tutte queste persone che lo amano, e lo amano perché è una persona speciale»: il messaggio delicato e bellissimo di Monica, la figlia di Vito de Lorentiis, colpito ieri da malore sul campo a Cantello, dà coraggio al popolo biancorosso e a tutte le persone che vogliono bene all'ex giocatore del Varese, capace di
ritagliarsi un posto unico nel cuore della città e non solo.

La situazione clinica di una persona dall'umanità unica, com'è testimoniato dal mare di affetto che lo sta "sostenendo" in questa battaglia, è stabile, ma è ancora presto per sciogliere la prognosi: de Lorentiis è stato ricoverato ieri all'ospedale di Como dopo il malore che l'ha colto durante un allenamento del settore giovanile dell'Usd Cantello Belfortese e dopo essere stato soccorso immediatamente con un defibrillatore. 

"Forza Vito": due parole stanno riempiendo la bacheca Facebook del leone biancorosso da parte di tantissimi ragazzini del Cantello Belfortese e di altrettanti varesini, le stesse che pronunciano in queste ore i suoi amici del gruppo "Ragazzi biancorossi anni 70".

«A nome del gruppo siamo vicini al Leone del Franco Ossola - dicono Silvio Papini ed Ernestino Ramella - è la partita più importante ma, ne siamo certi, anche stavolta vincerà lui».

«Conosciamo "Delo" da sempre - aggiungono i due ex calciatori biancorossi - sappiamo che è un lottatore e a denti stretti rimarrà attaccato alle persone favolose che lo adorano, a cominciare dalla moglie Anna, dalla figlia Monica e da quelle nipotine a cui è legatissimo. Ci auguriamo di averlo presto con noi per festeggiare la sua guarigione».

Claudio Ferretti


Vuoi rimanere informato sul Varese e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 340 4631748
- inviare un messaggio con il testo VARESE CALCIO
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
VareseNoi.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP VARESE CALCIO sempre al numero 0039 340 4631748.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore