/ Territorio

Territorio | 06 maggio 2021, 16:32

Squizzato (Residence Millennium): «Noi non molliamo, ma se il Jrc di Ispra non riprende in presenza sarà durissima per turismo e indotto»

L'imprenditore che con la moglie Miki gestisce la struttura di Cadrezzate con Osmate è preoccupato per la stagione estiva: «Nella nostra zona tutto è legato al Jrc che ha la stragrande maggioranza di dipendenti in smart working e poi c'è troppa incertezza sulla regole da seguire per spostarsi tra Paesi europei»

Marco e Miki Squizzato con i figli

Marco e Miki Squizzato con i figli

Sarà una stagione estiva all'insegna più che mai dell'incertezza per gli operatori turistici del Varesotto, tra regole poco chiare su sugli spostamenti, soprattutto per chi arriva dall'estero e problemi interni che riguardano il nostro territorio.

«Noi non molliamo e siamo pronti ad accogliere i nostri clienti in totale sicurezza mettendo come sempre al centro la loro salute - spiega Marco Squizzato, titolare con la moglie Miki del Residence Millennium di Cadrezzate con Osmate - ma la situazione è difficile a partire ad esempio dal fatto che il Jrc di Ispra è di fatto "chiuso" con la stragrande maggioranza dei suoi dipendenti in smart working e nella nostra zona l'indotto legato al centro di ricerca europeo è ampissimo, compreso quello turistico».

Primo perché non c'è soltanto il turismo legato alle vacanze ma anche quello legato al business e poi anche perché coloro che vengono sul lago di Monate o sul Maggiore in villeggiatura lo fanno perché in qualche modo legati al Jrc, o per parentela, per amicizia o anche solo per il passaparola.

Un altro fattore che sta creando enormi difficoltà agli operatori del settore è legato alle incertezze sulle regole riguardanti gli spostamenti da e per l'Italia con gli altri Paesi europei. «Noi abbiamo una buona clientela che arriva dall'estero che ci sta chiamando raccontandoci di tutti i dubbi su cosa si deve fare per spostarsi tra tamponi da fare, anche ai bambini e quarantene» spiega Squizzato. «Le informazioni cambiano ogni giorno, ciò crea insicurezza e l'insorgere di domande rispetto alle vacanze - prosegue - noi monitoriamo la situazione del Coronavirus con molta attenzione e siamo a disposizione come sempre dei nostri clienti». 

«Salute e sicurezza dei clienti sono una priorità - conclude Squizzato - abbiamo fatto analizzare da esperti il residence per trovare le soluzioni migliori e abbiamo introdotto misure preventive; la libertà è un bene inestimabile e noi faremo di tutto per garantirla dando sicurezza. Abbiamo investito molto su pulizia e sanificazione degli ambienti». 

Matteo Fontana

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore