/ Economia

Economia | 30 aprile 2021, 18:44

Il dizionario dello svapatore: guida per principianti della sigaretta elettronica

Il dizionario dello svapatore: guida per principianti della sigaretta elettronica

Nel giro di qualche anno, le sigarette elettroniche hanno conosciuto uno sviluppo su larga scala e oggi vengono preferite alle classiche sigarette da un vasto numero di consumatori italiani. Ma esiste un dizionario dello svapatore? Per saperne di più, si suggerisce di leggere con molta attenzione i paragrafi seguenti.

Il dizionario dello svapatore: il glossario delle parti della sigaretta elettronica

La carrellata dei termini per i principianti del settore dello svapo inizia partendo dai vocaboli riconducibili alle parti che compongono le sigarette elettroniche. Ecco di seguito una serie di termini, con le dovute spiegazioni, per facilitare la comprensione dell'argomento trattato.

·         18650: questo numero indica una delle batterie più impiegate nelle sigarette elettroniche, perché garantisce una buona durata e potenza. Il numero di identificazione della batteria indica le sue dimensioni: le prime 2 cifre corrispondono ai mm del diametro, mentre la lunghezza è identificata con il numero 65 (65 mm).

·         20700: una tipologia di batteria in genere usata nelle box mod avanzate. Anche in questo caso, il termine trae origine dalle dimensioni della batteria: 20 mm di diametro e 70 di lunghezza. Una batteria caratterizzata da una carica superiore rispetto alle batterie identificate con il numero 18650.

·         Adattatore: come facilmente intuibile dal nome, si tratta di uno strumento usato con lo scopo di accoppiare atomizzatori e batterie di tipi diversi e con attacchi differenti.

·         Atomizzatore: una delle parti più importanti delle sigarette elettroniche, utile alla vaporizzazione del liquido e all'aspirazione del fumo. In commercio sono diversi i tipi di atomizzatori tra i quali i più comuni sono i monouso, i dripping, i rigenerabili e quelli a testina.

·         Batteria: è il dispositivo che trasmette energia all'atomizzatore della sigaretta elettronica. Le batterie più comuni sono: le Mod, le Big Battery e le batterie iPod Mod.

·         Clapton coil: è un filo necessario per la resistenza, frequentemente usato nei tipi di atomizzatori rigenerabili, caratterizzato da un aspetto somigliante a quello di una corda della chitarra.

·         Coil: detta anche resistenza o bobina, è una componente metallica che serve a riscaldare e vaporizzare il liquido.

·         Connettore: è l’attacco presente sulla sigaretta elettronica che consente di avvitarvi l'atomizzatore.

·         Cut-off: un sistema a protezione della batteria della sigaretta elettronica, disattivandola al termine di un lasso di tempo previsto dai produttori. Protegge la batteria anche contro le involontarie attivazioni.

·         Deck: una specie di ponte elettrico, dove viene montata la coil. Esistono diversi tipi di deck, tra i quali spiccano postless e velocity.

·         Dna: un microchip realizzato di proposito per la sigaretta elettronica che consente la gestione delle diverse funzionalità delle Mod. Attraverso un software, offre la possibilità di collegare le mod al PC e fare delle modifiche.

·         Filo resistivo: un filo in metallo particolarmente funzionale per la realizzazione della coil. Se ne trovano in commercio di materiali diversi, ciascuno dei quali con proprie caratteristiche di conduttività, resistenza e duttilità.

·         Mesh: una rete metallica che serve alla vaporizzazione e al riscaldamento del liquido, con una funzionalità simile a quella di una coil.

·         Mod: costituisce il corpo delle sigarette elettroniche. Una parte generalmente formata da un circuito di erogazione e protezione, dalla batteria per la fornitura di energia, dalla porta USB e dal connettore per l'atomizzatore.

·         O-ring: è la guarnizione che, in genere, si trova negli atomizzatori.

·         Pod: la cartuccia che funge da serbatoio con la componente coil integrata. Semplice da utilizzare, si monta su specifici dispositivi elettronici (pod mod), cioè sulle sigarette elettroniche che usano appunto cartucce/pod usa e getta. In commercio si trovano pod precaricati o da ricaricare con il liquido preferito dal consumatore.

·         Sigaretta elettronica: un dispositivo elettronico realizzato per riprodurre le stesse sensazioni della classica sigaretta, della pipa o del sigaro. Consente di inalare vapore, di solito aromatizzato e con una dose di nicotina variabile. Viene utilizzata dai fumatori per ridurre la dipendenza dalle classiche sigarette.

·         Testina: costituita da una parte utile per il trasporto del liquido nella coil e, nell'istante in cui si riscalda, funzionale per la vaporizzazione del liquido. La testina è un ricambio per gli atomizzatori ed è la parte della sigaretta elettronica che vaporizza il liquido.

Il dizionario dello svapatore: l'ABC dei vocaboli relativi ai liquidi per la sigaretta elettronica

Una volta elencate le parti basilari della sigaretta elettronica, è bene cercare di conoscere anche l'importanza dei liquidi sigarette elettroniche e alcuni vocaboli ad essi collegati. A tal proposito, di seguito si elencano alcuni di questi termini.

·         All day: si riferisce a un liquido che è possibile svapare per un'intera giornata.

·         Aroma: uno degli ingredienti fondamentali che si trovano nel liquido delle sigarette elettroniche. In commercio esistono tipologie diverse come quelle tabaccose, cremose e fruttate.

·         Base (liquido): un tipo di liquido neutro, cioè senza aroma. Le basi presenti sul mercato sono differenti, tra cui è da segnalare quella con la nicotina.

·         Liquido: è la soluzione che si trova all’interno delle e-cig, ed è disponibile in diversi tipi. Si distinguono liquidi per aromi e livello di nicotina differente.

·         Nicotina: è il composto organico presente nel tabacco ma anche nelle solanacee. La nicotina può creare dipendenza e, dentro il liquido, ha la funzione di soddisfare la necessità di nicotina richiesta dagli svapatori.

·         PG: uno degli ingredienti dei liquidi per la sigaretta elettronica, un composto chimico senza colore con un dolce sapore. Nel campo farmaceutico, cosmetico e alimentare, questo composto è molto utilizzato per diluire altre componenti.

·         Sali di nicotina: un nuovo tipo di nicotina utile per la preparazione dei liquidi, una delle innovazioni più recenti nel campo delle sigarette elettroniche. Consente l'assunzione maggiore di nicotina con un tiro meno lungo in gola. In virtù dei liquidi preparati con i sali di nicotina, le pod mod risultano più appaganti e performanti.

·         VG: indica il glicerolo vegetale, un additivo viscoso e denso. Il VG ha come funzione essenziale quella di rendere fumabile il liquido.

richy garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore