/ Economia

Economia | 02 aprile 2021, 15:15

Claudio Tarantola è il nuovo presidente provinciale dell'Aiac

Nuovo vertice e molte novità per l'associazione italiana amministratori di condominio del nostro territorio che ha eletto alla segreteria Sara de Simone: «Solo con il lavoro di squadra saremo in grado di puntare all'eccellenza»

Claudio Tarantola

Claudio Tarantola

Una squadra per puntare all’eccellenza, questo l'obiettivo dei nuovi vertici provinciali di Varese dell'Aiac, l'associazione italiana degli amministratori di condominio. 

È in questo 2021, un anno ancora segnato dalla piaga del Covid, che Aiac ha scelto di rilanciarsi, partendo proprio dalla provincia di Varese, e lo fa in grande: per la prima volta in assoluto non vi sarà una sola persona alla guida della delegazione provinciale bensì un’intera squadra. Lo scorso 27 febbraio, nello splendido contesto di Villa Cagnola, è stata presentata la squadra che avrà il compito di tracciare la nuova politica di Aiac nella gestione delle delegazioni provinciali. 

«Il nostro lavoro - dichiara il neopresidente provinciale Claudio Tarantola - richiede specializzazioni in ambiti molto differenti tra di loro, sono necessarie nozioni legali, fiscali e tributarie, commerciali, tecniche, quindi perché non creare un team affiatato composto da colleghi con competenze multidisciplinari in grado di offrire primo supporto a tutti gli associati? Solo con un lavoro di squadra saremo in grado di puntare a quell’eccellenza che già intravediamo per il 2025. Il continuo supporto e confronto con la sede nazionale di Brescia sarà un’ulteriore garanzia di successo, perché ricordiamoci che Aiac è una per tutta l’Italia ed è l’unica federazione che assicura a tutti gli associati un filo diretto e costante con il proprio presidente nazionale ed il responsabile scientifico».

Il neopresidente rivela le sue scelte per la provincia di Varese, a partire dalla prima figura chiave e condizione «sine qua non”, affinché il progetto potesse partire: la collega Sara de Simone, alla quale viene affidata la segreteria provinciale. Completano il team Mauro Olivares, già nel direttivo nazionale, Matteo Marchetti con la sua competenza in ambito tributario e fiscale ed Angelo Paronelli, già referente per Confesercenti e specializzato nelle pratiche inerenti i bonus fiscali. Questo nuovo corso di AIAC proporrà nuovi format e contenuti per i corsi di formazione obbligatoria inerenti il DM 140/2014 ma non solo: Aiac Varese crede che la formazione continua sia la base per la professione.

«In un momento così complicato per l’intera società - dichiara Tarantola - la piaga del Covid ci costringe ad affrontare nuove sfide: siamo di fronte a continui cambiamenti normativi ed organizzativi, questo è il momento di investire in formazione, perché la formazione - se fatta in maniera produttiva - è il primo investimento per un professionista. Ma non solo, nuovi servizi e nuovi vantaggi saranno a disposizione dei soci Aiac nel prossimo futuro. Non puntiamo a fare solo tesserati, noi gestiamo il patrimonio immobiliare dei nostri condòmini, i sacrifici della loro intera vita, le loro lacrime ed il sudore dei loro sforzi. Se questo non ci è chiaro abbiamo sbagliato lavoro. Dobbiamo arrivare al traguardo: essere associati in Aiac dovrà essere un privilegio guadagnato sul campo, con estrema competenza ed altrettanta onestà e serietà, tesserino e timbro saranno una ricompensa da meritarsi, non semplici “accessori” associativi da esibire». 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore