/ Territorio

Territorio | 31 marzo 2021, 16:06

Anche il Comune di Varese aderisce alla startup ambientale Valli delle Sorgenti a protezione del Campo dei Fiori

Via libera all'unanimità da parte dell'assemblea civica. Il grazie del sindaco di Luvinate e presidente della neonata associazione Alessandro Boriani: «Insieme a difesa dei nostri boschi contro incendi e alluvioni»

Anche il Comune di Varese aderisce alla startup ambientale Valli delle Sorgenti a protezione del Campo dei Fiori

Il consiglio comunale di Varese ha approvato ieri sera all'unanimità, l'ingresso del Comune ad Asfo Valli delle Sorgenti, la neonata startup ambientale fondata dal sindaco di Luvinate Alessandro Boriani e dal presidente del Parco Campo dei Fiori Giuseppe Barra per unire gli enti pubblici e i tanti proprietari privati dei boschi a difesa dell'ambiente da incendi e alluvioni.

«Ringrazio il sindaco Galimberti, l'assessore De Simone e tutti i consiglieri per il voto di ieri sera con cui all'unanimità è stata deliberata l'adesione del Comune di Varese, con i suoi terreni, nella startup ambientale Valli delle Sorgenti - commenta Boriani che è anche il presidente dell'associazione - è per noi un onore ed una responsabilità. Vogliamo provare a dare piena attuazione ad una previsione di legge regionale che noi stiamo cercando di realizzare, puntualmente, sul nostro territorio, in un'ottica sussidiaria, unendo le centinaia di proprietà con cui è parcellizzata la nostra montagna. situazione che nei decenni ha impedito interventi di manutenzione strutturale e pianificata».

«Per noi è in particolare una necessità, perché proprio da questi boschi bruciati nel 2017 arrivano, in occasione di eventi atmosferici intensi, quelle colate detritiche che hanno purtroppo colpito la nostra comunità, con le conseguenze anche drammatiche che sappiamo - conclude il sindaco di Luvinate - il lavoro è all'inizio, ci vorranno anni, ma vogliamo andare avanti ed invitiamo tutti i soggetti interessati ad approfondire con noi questa possibilità: aderire all'associazione, rimanendo proprietari della propria terra, ma delegando l'associazione alla manutenzione ordinaria e straordinaria»

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore