/ Politica

Politica | 24 febbraio 2021, 23:11

«La pista provvisoria all'antistadio sia fatta con atto d'urgenza»

Varese in Azione tiene alta l'attenzione sul problema "ghiaccio". Coletto: «I nostri atleti meritano una soluzione rapida. I costi vengano coperti dall'apertura al pubblico»

«La pista provvisoria all'antistadio sia fatta con atto d'urgenza»

"L'esilio del ghiaccio" continua a tenere banco nella politica varesina. A sollecitare l'amministrazione comunale sull'intraprendere la strada della pista provvisoria all'antistadio, nella perdurante indisponibilità del palaghiaccio, è stavolta Varese in Azione, per bocca del Segretario cittadino Carlo Alberto Coletto:

«Leggiamo oramai quotidianamente il grido di aiuto da parte delle società sportive e dei genitori degli atleti che gravitano nel mondo del pattinaggio su ghiaccio e dell’hockey che, ormai da molti mesi, devono sobbarcarsi trasferte faticose e costose verso gli impianti della nostra  Regione. Nonostante ciò l’impegno profuso dagli atleti ha portato a risultati di assoluto rilievo a livello nazionale ed internazionale, uno fra tutti quello di Ginevra Negrello, fresca vincitrice del Gran premio Italia. Oggi persino il Presidente della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, Andrea Gios, ha ritenuto opportuno intervenire su questa incresciosa situazione. E’ ora di agire, di aiutare le società e gli atleti.Nell'inazione delle forze politiche di opposizione, Azione propone all'Amministrazione Comunale di destinare con atto d’urgenza l’area antistante lo Stadio alle attività del ghiaccio e, direttamente o concedendo la gestione alle società stesse, installare una pista da ghiaccio, anche sintetica (montabile in pochissimo tempo). La pista sintetica, avente le stesse caratteristiche del ghiaccio, come abbiamo potuto verificare sul sito di alcuni produttori,  consentirebbe costi di gestione ridottissimi; inoltre, il riutilizzo di balaustre e altri accessori dal vecchio palaghiaccio consentirebbero ulteriori risparmi. I, già ridotti, costi di gestione e di acquisizione potranno essere coperti mediante gli introiti derivanti dall’apertura al pubblico della pista, utilizzabile tutto l’anno e  dalle quote, già oggi pagate, dagli atleti delle varie discipline».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore