/ Territorio

Territorio | 22 febbraio 2021, 14:55

La solidarietà della Lega di Samarate al sindaco e alla sua vice: «La violenza non è mai tollerabile»

Enrico Puricelli e Nicoletta Alampi sono stati vittime di minacce ed episodi molto spiacevoli. La condanna della sezione leghista: «Questi comportamenti minano la civiltà e il vivere bene insieme di una comunità come la nostra»

La solidarietà della Lega di Samarate al sindaco e alla sua vice: «La violenza non è mai tollerabile»

La sezione di Samarate della Lega esprime piena solidarietà al sindaco Enrico Puricelli e alla vicesindaco e assessore ai Servizi sociali Nicoletta Alampi per gli episodi spiacevoli e le minacce ricevute nell’ultimo periodo (leggi qui).

«Atti molto gravi nei confronti in primis di persone e poi di amministratori locali», scrivono i leghisti in una nota. «Comportamenti che alla lunga minano la civiltà ed il vivere bene insieme di una comunità come la nostra. Non ne facciamo una questione di colore politico, perché un amministratore, chiunque esso sia, è comunque una persona e come nel nostro caso spesso coincide col nostro vicino di casa o con un concittadino. Siamo ben consci delle difficoltà dei nostri cittadini, specialmente in un periodo delicato come quello attuale, ma la giunta ed i consiglieri non si sono mai tirati indietro nell’avere un confronto corretto e diretto con i cittadini. Purtroppo, non sempre si può esaudire ogni richiesta dei cittadini per limiti burocratici o legislativi, ma vi possiamo garantire che l’impegno della giunta e del consiglio comunale intero è indirizzato alla risoluzione delle problematiche dei cittadini che ogni giorno ci vengono messe davanti, anche quelle più personali che magari hanno meno interesse per la collettività».

Un discorso che vale a maggior ragione per l’assessorato ai Servizi sociali che «deve affrontare situazioni molto delicate e personali, sempre nel massimo riserbo e rispetto dei cittadini. Per questo non possiamo tollerare questi atti di violenza, non possiamo tollerare che questi passino in sordina, perché facendolo si andrebbero a legittimare queste situazioni. La diversità di opinioni e di idee politiche sono una ricchezza per la nostra città, ma non possiamo permettere che queste, spesso travisate volontariamente, sfocino in prevaricazioni, offese o peggio ancora in atti violenti verso alcun esponente dell’amministrazione, anche se avversari politici. Lo vogliamo ribadire con forza ed in maniera ufficiale: la violenza non è mai tollerabile».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore