/ Salute

Salute | 19 novembre 2020, 07:00

Nella Fabbrica Moderna, la fiducia dei lavoratori passa attraverso l’Ergonomia Industriale

Dal 1998 Fondazione Ergo, ente no profit di Varese, supporta le aziende manifatturiere nel loro percorso di crescita, con attenzione alla salute del lavoratore e all’Ergonomia Industriale. Questi i temi del suo EXO-Ergo 2020, evento online internazionale organizzato per mercoledì 25 novembre, alle 16

L'evento "EXO-Ergo 2020 - What is the future of exoskeleton in industry?" si svolgerà online, mercoledì 25 novembre dalle 16 alle 18

L'evento "EXO-Ergo 2020 - What is the future of exoskeleton in industry?" si svolgerà online, mercoledì 25 novembre dalle 16 alle 18

Quando, ogni giorno, i lavoratori entrano in fabbrica, si recano alla propria postazione e svolgono attività con gli arti superiori, queste possono comportare, soprattutto se ripetitive, l’insorgere di disturbi muscoloscheletrici: secondo la definizione dell’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, si tratta di “disturbi che colpiscono determinate strutture del corpo quali muscoli, articolazioni, tendini, legamenti, nervi, ossa e il sistema circolatorio locale”, causati da ”un’esposizione ripetuta a carichi di alta o bassa intensità per un periodo di tempo prolungato”.

E se ci fosse un sistema per progettare (o ri-progettare) queste postazioni in modo che la salute dell’operatore non sia più messa a rischio?

Fondazione Ergo, ente no-profit di Varese attiva nel manifatturiero italiano, ha fatto dell’ergonomia, unita all’analisi lavoro, il suo punto di forza, proponendo un modello che risponde al cambiamento di visione delle imprese, più attente, oggi, alla fase progettuale dei processi produttivi, ad una migliore organizzazione e al benessere dei lavoratori.

Fondazione Ergo: vent’anni di attività per le aziende

Nel 1998, grazie alla partecipazione di FIAT, Whirlpool e BTicino, nasce l’Associazione MTM Italia (AMI), organizzazione no-profit che, nei primi anni 2000, ricopre un ruolo fondamentale nello sviluppo di un nuovo modello di approccio progettuale all’ergonomia (EAWS), rapidamente introdotto nell’industria italiana e tedesca.

Nel 2012, un cambiamento.

Il 17 gennaio, infatti, nasce Fondazione Ergo-MTM Italia ente tecnico neutrale che vuole, oltre a supportare le imprese manifatturiere nelle loro attività, favorirne la collaborazione con sindacati e istituzioni.

L’obiettivo è introdurre nelle fabbriche un metodo di misurazione del lavoro che armonizzi produttività e salute dei lavoratori, ovvero l’MTM (Methods-Time Measurement), sistema basato su standard di rendimento internazionali e oggettivi che definisce il tempo di svolgimento di un’attività in funzione del metodo di lavoro.

Un passo ulteriore è lo sviluppo del modello ERGO-MTM, in cui misurazione del lavoro ed ergonomia si integrano, consentendo, così, di agire fin dalle prime fasi del processo produttivo: applicare alle linee principi ergonomici comporta sia strutturare nuove postazioni che non mettano a rischio la salute del lavoratore, sia diminuire i costi aziendali (la prevenzione è, infatti, economicamente vantaggiosa rispetto all’azione correttiva).

Ancora oggi, dopo più di vent’anni di attività, Fondazione Ergo lavoro al fianco delle aziende italiane per supportarle nel loro percorso di crescita e di miglioramento dell’efficienza e della produttività a cui tutti sono chiamati a partecipare, dal team leader all’operaio, dal manager, ergonomi, ingegneri e progettisti industriali.

L’attenzione all’ergonomia preventiva

Per Fondazione Ergo, quindi, l’aspetto ergonomico è fondamentale per sviluppare, all’interno delle fabbriche, la fiducia tra tutti i livelli (i lavoratori sono consapevoli di essere in un luogo in cui la loro salute non viene messa a rischio, applicando un metodo approvato da manager, sindacalisti, responsabili della sicurezza).

In particolare, quello che la Fondazione propone è un innovativo approccio all’Ergonomia Industriale, punto di incontro tra ergonomia, analisi lavoromiglioramento continuo, generato da idee e proposte che arrivano da tutta la fabbrica.

Una prospettiva basata sul concetto di produzione “human centered” e sulla prevenzione, che, negli anni, è stata diffusa e applicate in modo concreto negli stabilimenti di FCA, a partire da Melfi, Mirafiori e Pomigliano.

Esempio dell’approccio innovativo della Fondazione all’Ergonomia Industriale, è EAWS, acronimo di Ergonomic Assessment Work-Sheet, sistema complessivo di valutazione del carico biomeccanico (analizza, infatti, tutte le tipologie di rischio generabili durante un’attività lavorativa) derivante dalle posture del corpo, dalle forze esercitate, dalla movimentazione carichi e dalle azioni ad alta frequenza (ovvero, i movimenti ripetuti degli arti superiori).

EAWS, utilizzato ogni giorno in Italia da oltre 100 mila lavoratori, è un metodo sviluppato da un team di esperti internazionale, in costante aggiornamento e basato sui principi dell’ergonomia preventive; diffuso nelle aziende di diversi settori (automotive, elettrodomestico, macchinari, tessile, aerospace), è uno tra gli strumenti fondamentali per la costruzione di una fabbrica “a zero fatica”.

Exo-Ergo 2020 – Il futuro degli esoscheletri nel manifatturiero

Ergonomia industriale, design del posto di lavoro ed esoscheletri sono i protagonisti di “EXO-Ergo 2020 – What is the future of exoskeletons in industry?”, prima edizione dell’annuale EAWS International Symposium. Organizzato da Fondazione Ergo, l’evento, a partecipazione gratuita, si svolgerà online, mercoledì 25 novembre dalle 16 alle 18

Durante EXO-Ergo 2020, relatori internazionali provenienti dal mondo di università, istituzioni, industrie e centri di ricerca proporranno vari punti di vista in merito all’utilizzo degli esoscheletri nella gestione ergonomica del rischio e nell'ingegneria industriale

Uno spazio importante sarà dedicato all’esperienza di tre grandi gruppi automobilistici mondiali (Fiat Chrysler Automobiles, Volkswagen e General Motors), i cui rappresentanti forniranno un esempio concreto dei vantaggi che introdurre gli esoscheletri nelle proprie aziende può portare.

Chiunque desiderasse partecipare a EXO-Ergo 2020, può registrarsi a questo link: https://bit.ly/36N7sH9

Da Varese, alla Germania, all’America, l’attenzione all’ergonomia attraversa e accomuna aziende, enti e tutti coloro che, ogni giorno, nel mondo, si confrontano con l’importanza di assicurare ai lavoratori di operare nelle migliori condizioni possibili, in modo che la loro salute sia tutelata, la fiducia tra i livelli sia reciproca e il loro coinvolgimento nei processi di miglioramento sia attivo.

Solo così un’azienda potrà crescere, nel segno di un impegno comune verso il benessere organizzativo.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore