/ Politica

Politica | 14 luglio 2020, 14:46

Proroga in vista per la legge regionale su rigenerazione urbana e recupero del patrimonio edilizio esistente

A richiederlo oggi in un incontro a Palazzo Lombardia, Upel Varese con la neo presidente Eleonora Paolelli e il vice Alessandro Paladini Molgora e il consigliere regionale varesino Emanuele Monti.

Proroga in vista per la legge regionale su rigenerazione urbana e recupero del patrimonio edilizio esistente

«Abbiamo incontrato l’assessore Foroni che ci ha dato grosse rassicurazioni. Nei prossimi giorni verrà formalizzata la proroga dei termini previsti dalla Legge Regionale 18 del 2019». Così Emanuele Monti, Consigliere regionale leghista, a margine dell’incontro fra l’Assessore regionale al Territorio, Pietro Foroni e Eleonora Paolelli e Alessandro Paladini Molgora, rispettivamente neo-Presidente e Vicepresidente di UPEL Varese.

«L’incontro odierno – spiega Monti – è stato particolarmente proficuo. Visto il periodo emergenziale che ci stiamo lasciando alle spalle e che ha visto i sindaci impegnati in prima fila, si è manifestata l’esigenza di una proroga termini previsti dalla Legge Regionale 18/2019 in materia di rigenerazione urbana e recupero del patrimonio edilizio esistente». 

«L’assessore Foroni – continua il leghista – ha dimostrato la propria disponibilità in questo senso. Nei prossimi giorni, infatti, provvederà alla modifica formale delle scadenze previste in un primo momento per il 31 luglio e che verranno posticipate a fine anno».

«Regione Lombardia – conclude – si dimostra ancora una volta sensibile alle richieste dei territori. Questo provvedimento di assoluto buonsenso permetterà di dare ossigeno alle strutture degli enti locali lombardi che sono da mesi alle prese con la gestione dell’emergenza».

«Il primo atto – gli fa eco Paolelli – che, come UPEL Varese, abbiamo portato avanti intende proprio sostenere in modo concreto i nostri sindaci, prorogando i termini previsti dalla legislazione regionale in materia di recupero edilizio. Un primo tassello quindi che ci permette di ribadire che UPEL c’è e intende portare avanti le esigenze territoriali che ci sottopongono gli amministratori».

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore