/ Politica

Politica | 17 giugno 2020, 19:31

«Violenza nel centro storico», +Gallarate chiede l'intervento del sindaco

Giulio del Balzo, coordinatore della lista civica, chiede all'amministrazione provvedimenti immediati per garantire maggiore sicurezza a commercianti e cittadini nel centro città

«Violenza nel centro storico», +Gallarate chiede l'intervento del sindaco

+Gallarate, attraverso un comunicato del suo coordinatore Giulio del Balzo, rivolge al sindaco Cassani un appello alla sicurezza, per rendere più vivibile il centro città.

Con l’avvio della Fase2, nella nostra città abbiamo assistito a diversi episodi di violenza per le vie del centro, con le forze dell’ordine impegnate, nel limite del possibile, a sedare risse e a fermare personaggi poco lucidi e molesti verso i passanti. Quanto successo lo scorso weekend, insomma, non è che l’apice di problematiche diffuse già da qualche settimana, a danno dei residenti e di chi ha un’attività.

Eppure fu proprio il nostro sindaco Cassani che, in campagna elettorale nell’ormai lontano 2016, si impegnò a ristabilire la Sicurezza in città. Ma è questo il clima di (in)sicurezza a cui si dovranno abituare i gallaratesi d’ora in poi? Com’è stato possibile che in queste settimane si siano verificati così di frequente certi episodi? E quali iniziative ha in programma l’amministrazione comunale per prevenire in futuro certi episodi?

A inizio marzo, alla richiesta di +Gallarate di intervenire per limitare gli assembramenti segnalati nel centro pochi giorni prima del lockdown, il sindaco ci rispose rivolgendoci incomprensibili insulti e volgarità: Ci auguriamo che stavolta la risposta sia diversa, e che si possa impegnare nel fare ciò per cui i gallaratesi lo hanno eletto.

Nell’immediato occorre garantire una maggiore presenza delle forze dell’ordine, soprattutto nei luoghi più affollati. Occorre però anche un progetto a lungo termine, per offrire ai giovani opportunità di coesione e relazione sane e di responsabilizzazione, attraverso lo sport, la cultura e l’istruzione. I problemi attuali sono il riflesso di politiche sociali fallimentari

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore